Condividi la notizia

VIABILITA’

Ponte sulla superstrada in località Crocetta. Che sia la volta buona? [VIDEO]

I problemi della circolazione sul cavalcavia risalgono alla fine del 2018, quando un autocarro che percorreva la Ss 434 Transpolesana a Badia Polesine (Rovigo) ha causato notevoli danni

0
Succede a:

BADIA POLESINE (Rovigo) – Parrebbe prossimo l’epilogo sull’infinita telenovela che riguarda il ponte sulla superstrada in località Crocetta. Questo almeno emergerebbe (ma il condizionale visto il prolungarsi della vicenda è d’obbligo), dalle dichiarazioni ufficiali affidate, come si usa ormai da qualche tempo, ai social.

Con la comunicazione indirizzata al sindaco Giovanni Rossi, il presidente della Provincia Ivan Dall'Ara ha informato l'amministrazione comunale dell’imminente firma della convenzione tra Provincia ed Anas.

Anche l’onorevole Antonietta Giacometti, membro della commissione Trasporti, si è interessata dell’annosa vicenda incontrando più di un intoppo burocratico e procedurale.

I problemi della circolazione sul cavalcavia risalgono alla fine del 2018, quando un autocarro che percorreva la Ss 434 Transpolesana ha causato notevoli danni alla trave di bordo del cavalcavia, sul lato Verona. Da allora è stato istituito un senso unico alternato regolato da un semaforo, con inevitabile disagio per la circolazione, più volte lamentato dagli automobilisti, anche perché il ponte collega Badia con i comuni della sinistra Po e con la provincia di Ferrara. Restituirlo al doppio senso di circolazione risolverebbe il problema.

Dall’ottobre 2019 c’erano i soldi (circa 200mila euro provenienti dall’assicurazione) ma, dopo una serie complicata d’incontri e comunicazioni fra la Provincia e l’Anas (competente sui cavalcavia della superstrada), ancora mancava la convenzione necessaria, per cui i lavori previsti dapprima nella primavera del 2020 e poi nel marzi di quest’anno, sono ulteriormente slittati.

Ora, nella comunicazione di Palazzo Celio si fa sapere al primo cittadino di Badia che lo scorso 13 aprile, è stata ricevuta la bozza di convenzione sulle competenze per la manutenzione del cavalcavia, convenzione che sarà discussa e auspicabilmente approvata nel prossimo consiglio provinciale programmato per il 19 maggio. Seguirà la firma ed Anas potrà procedere alla sistemazione del manufatto, per quanto di competenza.

Sembra insomma finalmente vicina la definitiva soluzione che dovrebbe permettere, dopo due anni e mezzo, l’eliminazione del senso unico alternato sulla Ss 434.

UMB

Articolo di Giovedì 13 Maggio 2021

Condividi ora la notizia con i tuoi amici

Oggi in Cronaca

La tua opinione conta!

Contribuisci alle discussioni quotidiane con gli altri utenti di RovigoOggi.it