Condividi la notizia

ECONOMIA

Idee per il rilancio dell’economia locale

Il Perduto non si recupera ma c’è la volontà di collaborare per la ripartenza delle attività commerciali a Badia Polesine (Rovigo)

0
Succede a:
Cristian Brenzan

BADIA POLESINE (Rovigo) – Il capogruppo di maggioranza Cristian Brenzan, con delega al commercio dal vicesindaco onorevole Antonietta Giacometti, ha commentato positivamente la serie d’incontri avuti la settimana scorsa con i rappresentanti delle attività commerciali di Badia per programmare le riaperture post pandemiche estive. “Ovviamente, riferisce l’esponente dell’Amministrazione, quello che è stato perduto non si recupera ma c’è la volontà di tutti di collaborare per la ripartenza del commercio locale”.

Ai tre appuntamenti con le categorie economiche badiesi, svolti nella sala consiliare hanno partecipato, seppur con presenza diversificata, anche le consigliere di minoranza Idana Casarotto e Sara Quaglia, “… e sono contento che  siano state presenti, sottolinea Brenzan, perché in questo momento storico è necessario il contributo di tutti”.

Ai confronti hanno partecipato anche il presidente Ascom Confcommercio Stefano Pattaro, la presidente dell’Aoeb (l'associazione operatori economici badiesi) Martina Sartori, il manager del Distretto del commercio Franco Frazzarin, responsabile per il coordinamento fra i sette comuni aderenti, e l’assessore agli Eventi Stefano Baldo.

Gli appuntamenti sono stati un’utile occasione di confronto per capire idee ed esigenze del comparto e per approfondire il tema del Distretto del commercio di cui Badia fa parte. L’intenzione dichiarata è di creare una sinergia e fare squadra per affrontare le conseguenze prodotte dalla pandemia sanitaria. “È stata creta una buona base di partenza – ha spiegato il capogruppo di maggioranza – per cercare di far quadrato di fronte alle difficoltà e per raccogliere alcune proposte per le quali ho percepito la volontà di tutti a collaborare, soprattutto in vista degli imminenti eventi estivi”. Le idee ci sono, soprattutto in vista del confermato 75° Ferragosto (LEGGI ARTICOLO), ora già si lavora per svilupparle, puntando a valorizzare le eccellenze storico-monumentali locali, come l’Abbazia della Vangadizza e il teatro Balzan.

Per quanto riguarda il settore della ristorazione, fra i più colpiti dalla crisi, è emersa l’idea di formalizzare un piatto di riferimento della tradizione locale che caratterizzi Badia, attorno al quale costruire un’offerta attrattiva basata sul binomio cultura-gastronomia. Il pensiero è corso inevitabilmente a qualche abbinamento con la polenta, di cui il nostro territorio è stato la culla nazionale, coinvolgendo anche le associazioni del territorio, come per esempio la “Venerabile Confraternita della Polenta di Villa D'Adige”.

Con il presidente della Pro loco Giuseppe Romani, invece si è ragionato su come migliorare la promozione degli eventi che potranno essere realizzati. Al termine dei tre incontri, riferisce Cristian Brenzan, le parti si sono lasciate con l’intesa di rincontrarsi.

Infine il Delegato al commercio rivolge l’invito agli operatori economici, soprattutto del settore alimentare, di rafforzare l’Aoeb quale interlocutore privilegiato nel rappresentare le istanze degli aderenti in vista dei numerosi bandi regionali, fruibili solo attraverso il distretto del commercio.

Ugo Mariano Brasioli

Articolo di Venerdì 14 Maggio 2021

Condividi ora la notizia con i tuoi amici

Oggi in Cronaca

La tua opinione conta!

Contribuisci alle discussioni quotidiane con gli altri utenti di RovigoOggi.it