Condividi la notizia

RUGBY TOP10

Una sfida che dura da un decennio. Domenica nuovo capitolo tra Calvisano e Rovigo

Da oltre 10 anni si contendono il titolo, domenica 16 maggio gara 1 di semifinale scudetto tra Calvisano e FemiCz Rovigo. Annunciate le formazioni, non ci sono particolari sorprese, dirige Mitrea. Diretta su Rai Sport alle 18

0
Succede a:
A sinistra Guidi, a destra Caselato sullo sfondo la meta di Lubian contro il Calvisano

ROVIGO - Partita a porte chiuse (LEGGI ARTICOLO) ma i tifosi rossoblù con il cuore saranno al San Michele. Calvisano e FemiCz Rovigo si giocano un posto in finale, e non servono altre parole per descrivere l’importanza della sfida. Da oltre 10 anni le due società, geopoliticamente lontane anni luce, si contendono lo scudetto. Dalla finale dei velini del 2014 non è più una sfida come altre, se Calvisano ha vinto di più, ben 4 finali su 5, i rossoblù contro i bresciani hanno sprecato almeno due ghiotte occasioni in passato.

Ma la storia è adesso per molti rossoblù. Tanti i partenti, e per rimanere nella storia del rugby italiano uno scudetto a Rovigo è qualcosa di speciale. Basta chiedere agli rossoblù che lo hanno conquistato in passato. Un appuntamento con la storia della città in mischia, tre partite da giocare come se non ci fosse un domani, e per molti non ci sarà. Un sfida nella sfida. Proprio coach Guidi con il Calvisano ha conquistato due scudetti contro il Rovigo (2014 LEGGI ARTICOLO -2015 LEGGI ARTICOLO), senza contare gli ex di turno. Sul fronte bresciano D'Amico e Brugnara in prima linea, e Simone Ragusi in panchina. Prima di lui fu Cavinato ad estromettere dalla finale il Rovigo, in una tragica semifinale al San Michele. Tornando ai giorni nostri altre due finali perse nel 2017 (LEGGI ARTICOLO) e nel 2019 (LEGGI ARTICOLO), sempre a Calvisano, sulla panchina il rodigino Massimo Brunello. Nel mezzo del dominio bresciano lo scudetto della FemiCz nel 2016 (LEGGI ARTICOLO). Una sfida infinita che pende tutta dalla parte bresciana. E’ ora di presentare il conto.

Dopo essersi contese il titolo cinque volte nelle ultime sei Finali del Peroni TOP10, Kawasaki Robot Calvisano e Femi-Cz Rovigo si ritrovano quest’anno nel doppio turno di semifinale per strappare il pass per la gara che il prossimo 2 giugno tornerà ad assegnare il titolo di Campione d’Italia, rimasto vacante nel 2020 a causa della pandemia. Una beffa per la FemiCz Rovigo che era in testa con 7 punti di vantaggio su tutte, ma oggettivamente sarebbe stato complicato continuare in piena emergenza Covid-19.

Sfida d’andata domenica 16 maggio al Patastadium, con diretta Rai Sport dalle 18: i lbresciani hanno concluso in terza posizione nella stagione regolare, dietro proprio ai Bersaglieri di coach Casellato, e sono stati l’unica formazione capace di sconfiggere la capolista Argos Petrarca Padova.

Ferro e compagni, però, affrontano il doppio confronto forti dei due successi colti in regular season ai danni della squadra allenata da Gianluca Guidi, arrivati in fondo a due incontri combattuti ma profondamente diversi tra logo: 13-17 all’andata a Calvisano sotto al diluvio, 42-35 al “Battaglini”.

"Mi sento privilegiato - ha dichiarato Gianluca Guidi, allenatore dei calvini - della possibilità di disputare questa ulteriore semifinale  guidando il Calvisano. Oltre e al di là del fatto sportivo c'è il fatto umano, quello di rappresentare una comunità che si riconosce in questa squadra. Ai giocatori dico solo di guardare la maglia che indossano e pensare a quanti campioni prima di loro l'hanno onorata e che loro domani avranno la possibilità di fare altrettanto”.

"Andiamo a Calvisano con la consapevolezza che sarà una partita molto dura. Calvisano ha centrato sei delle ultime Finali scudetto - ha spiegato coach Casellato - quindi i numeri parlano da soli sullo spessore del Club nella gestione dei Play-Off. Durante il Campionato hanno vinto contro il Padova, un’impresa riuscita a nessuno e addirittura tra le mura di casa. Abbiamo passato una settimana molto intensa, i giocatori sentono l'importanza del momento. Sono fiducioso della prestazione che i ragazzi andranno a fare, sarà importante non dimenticare che si giocano due partite: una di andata e una di ritorno. Anche il meteo sembra essere clemente, dopo due/tre giorni di piogge e temporali. Ci sono tutti gli ingredienti per una bella prima di Play-Off”.

La partita si deciderà con gli avanti, se la FemiCz vincerà il duello con i primi 8 uomini bresciani, avrà delle possibilità, altrimenti sarà tutto più difficile.

Direzione di gara affidata al veterano degli arbitri internazionali italiani, Marius Mitrea (LEGGI ARTICOLO).

Calvisano, Patastadium “San Michele” - domenica 16 maggio, ore 18.00
Peroni TOP10, semifinale - andata
Kawasaki Robot Calvisano v Femi-CZ Rovigo

Kawasaki Robot Calvisano: Trulla; Garrido-Panceyra, Bronzini, Mazza, Susio; Hugo, Albanese-Ginammi; Vunisa, Casolari, Izekor; Zambonin, Van Vuren; D'Amico, Morelli, Brugnara

a disposizione: Luccardi, Gavrilita, leso, Venditti, Koffi, Martani, Semenzato, Ragusi

Femi-CZ Rovigo: Borin; Cioffi, Moscardi, Antl, Bacchetti; Menniti-Ippolito, Trussardi; Ferro (cap.), Lubian, Ruggeri; Mtyanda, Canali; Swanepoel, Nicotera, Leccioli

a disposizione: Cadorini, Lugato, Brandolini, Sironi, Vian, Greeff, Citton, Uncini

Arb. Mitrea (Udine)

Assistenti: Bottino (Roma), Federico Vedovelli (Sondrio)

Quarto Uomo: Chirnoaga (Roma)

Quinto Uomo: Vagnarelli (Milano)

TMO: Pennè (Lodi)

Citing Commissioner: Marrama (Padova)

Articolo di Sabato 15 Maggio 2021

Condividi ora la notizia con i tuoi amici

Oggi in Sport

La tua opinione conta!

Contribuisci alle discussioni quotidiane con gli altri utenti di RovigoOggi.it