Condividi la notizia

COMUNE

Arquà Polesine crede sia il momento di iniziare a guardare al futuro ed investe per le associazioni

L’amministrazione Comunale di Arquà Polesine (Rovigo) ha presentato l’acquisto fatto a sostegno delle iniziative e delle attività associazionistiche del paese ai rappresentanti delle Associazioni Arquatesi in un incontro informale nel parco del castello

0
Succede a:

ARQUA’ POLESINE (Rovigo) - In questo lungo periodo di pandemia molte attività sono state sospese, soprattutto quelle che prevedono assembramenti. Tra le altre cose sono state fortemente penalizzate le manifestazioni pubbliche ed i momenti di convivialità che negli anni scorsi animavano le serate estive Arquatesi.

“Le manifestazioni organizzate dalle nostre associazioni sono state in questi ultimi anni motivo di aggregazione - spiega l’assessore del comune di Arquà Polesine, Enrico Serafin - e di rafforzamento della coesione tra cittadini della nostra comunità, nonché simbolo ed orgoglio del nostro paese. Un vero e proprio valore aggiunto per tutti gli Arquatesi”.

Anche durante la pandemia molti volontari si sono resi disponibili a dare il proprio preziosissimo contributo in alcune iniziative sociali, in aiuto delle famiglie in difficoltà, “e di questo l’Amministrazione Comunale ringrazia e ne è profondamente grata.

Tuttavia crediamo sia il momento di iniziare a guardare al futuro e al dopo pandemia, confidando che questo brutto periodo stia per finire e che questa estate sia l’ultimo periodo segnato dalle restrizioni, per ricominciare poi con lo slancio e la voglia di tornare alla normalità”.

Prima che scoppiasse la pandemia, incontrando a più riprese i Presidenti delle associazioni, si sono analizzati i vari aspetti organizzativi delle varie manifestazioni realizzate e le idee per eventi futuri. Fra le varie esigenze comuni alle associazioni è emersa la necessità di disporre di servizi igienici mobili in concomitanza con gli eventi organizzati. Onere che con il noleggio singolo è sempre stato a carico delle associazioni”.

Da qui si è pensato di acquistare un modulo di servizi igienici, idea rimasta però nel cassetto durante questo periodo di pausa forzata ma che “ora abbiamo ripreso e realizzato, per dare il segnale di quanto l’Amministrazione creda nel volontariato locale e nel prezioso apporto dei volontari che negli anni ha generato manifestazioni di grande qualità e momenti di crescita civile e sociale della nostra comunità. 

Oltre ad evitare i costi di noleggio ed allestimento a carico delle associazioni, abbiamo pensato che una struttura a container con acqua, luci automatiche, servizi in ceramica e allestimento per i disabili (rispetto ai discutibili bagni in plastica) sarebbe stata un valore aggiunto per tutte le persone che visitano le nostre manifestazioni. 

Considerando poi che tra i tanti posti che il modulo potrà essere posizionato e utilizzato per la durata delle manifestazioni, c'è anche il parco del Castello, si è scelto un prodotto che potesse essere esteticamente apprezzabile e di minor impatto con l’ambiente circostante, scegliendo materiali e finiture adeguati al contesto”.

Sabato 24 aprile scorso l’amministrazione Comunale di Arquà Polesine ha presentato l’acquisto fatto a sostegno delle iniziative e delle attività associazionistiche del paese ai rappresentanti delle Associazioni Arquatesi in un incontro informale nel parco del castello.

“La presenza dei delegati delle Associazioni - conclude Serafin - e la voglia di ripartire che tutti hanno manifestato ci ha dato enorme sollievo, testimonianza della volontà diffusa di riprendere da dove ci si è fermati verso un ritorno alla normalità e alle manifestazioni di cui tutti proviamo nostalgia.

Articolo di Martedì 18 Maggio 2021

Condividi ora la notizia con i tuoi amici

Oggi in Cronaca

La tua opinione conta!

Contribuisci alle discussioni quotidiane con gli altri utenti di RovigoOggi.it