Condividi la notizia

RUGBY TOP10

Giant squalificato dopo la citazione, salta gara 2 contro il Calvisano

Lubabalo “Giant” Mtyanda appiedato dal Giudice sportivo dopo una citazione per un presunto fallo antigioco. La FemiCz Rovigo dovrà fare a meno della seconda linea sudafricana contro il Calvisano

0
Succede a:

ROVIGO - Puntuale come un orologio svizzero è arrivata. Il Giudice Sportivo, visto il rapporto/citazione redatto dal Commissario per le Citazioni, il signor Stefano Marrama, verificato come la stessa citazione evidenzi un fallo di antigioco commesso da Lubabalo “Giant” Mtyanda, al 17.44 minuto del primo tempo, durante gara 1 di semifinale scudetto tra FemiCz Rovigo e Calvisano (LEGGI ARTICOLO). , ha squalificato la seconda linea rossoblù fino al 23 maggio compreso.

Coach Casellato dovrà fare a meno della seconda linea sudafricana per la semifinale di ritorno di diretta da Liperini (LEGGI ARTICOLO). La decisione è appellabile dinanzi alla Corte Sportiva di Appello FIR, ma per domenica la sua presenza al Battaglini è impossibile.

La Sentenza del Giudice Sportivo

Il Giudice Sportivo, visto il rapporto/citazione, pervenuto a mezzo email in data 17 maggio 2021, ore 20.09, inviato dal Signor Stefano Marrama - Commissario per le Citazioni designato dal CNAR – Commissione Nazionale Arbitri, per la gara del Campionato Nazionale Peroni Top 10 Rugby Calvisano – Rugby Rovigo Delta Srl Ssd in programma il 16 maggio 2021.

Considerato che a mezzo we transfert e PEC in data 17 maggio 2021 (ore 21.48), sono stati inviati alla Rugby Rovigo Delta Srl Ssd i seguenti documenti: citazione redatta dal Commissario per le Citazioni, il signor Stefano Marrama, 4 clip video, una dichiarazione del Dirigente Accompagnatore del Rugby Calvisano e la dichiarazione del tesserato del Rugby Calvisano Panceyra Garrido Facundo;

Che il Rugby Rovigo Delta Srl. ha fatto pervenire in data 18 maggio 2021 ore 20.39 comunicazione PEC contenente una memoria difensiva ed alcuni video clip.

Che il Commissario per le Citazioni, il signor Stefano Marrama nella parte descrittiva della citazione così riferiva “…alle 14.50 del 17 maggio 2021 ricevo una telefonata del signor Giuseppe Mor, accompagnatore del Calvisano che mi preannuncia l’invio di una clip video per segnalare un fallo di antigioco ai danni di un suo giocatore. Dalle immagini recuperate dal Feed RAI si può evincere quanto segue. Al 17.44 circa fra i 22 metri ed i 10 metri del Rovigo, 8 Rovigo attacca e viene a contatto con 14 Calvisano e va a terra. Il 14 Calvisano tenta di recuperare il pallone in piedi ma viene ingaggiato da 4 Rovigo che cerca di pulirlo dal raggruppamento. Il 14 Calvisano è esposto con le spalle e con la testa china verso il terreno nel tentativo di contendere il pallone. A questo punto arriva il 5 Rovigo in sostegno per pulire il 14 Calvisano dalla ruck. Il 5 Rovigo ha la spalla ed il braccio sinistro raccolti e chiusi a contatto con il corpo, non in posizione di legatura. Egli entra con forza in ruck con il braccio sinistro a contatto con la parte alta della spalla sinistra/collo del giocatore 14 Calvisano senza tentare di legarlo. Il giocatore 14 Calvisano rimane per qualche secondo a terra tenendosi la testa tra le mani, poi si rialza e viene avvicinato dal massaggiatore, nel frattempo entrato a soccorrerlo. Non sembra esserci tuttavia intervento del massaggiatore, poiché si scambiano qualche parola e poi il 14 Calvisano riprende il suo posto nella linea del Calvisano e continua a giocare. Si tratta di un fallo di antigioco effettuato con forza, in velocità con punto di contatto la parte alta della spalla sinistra/collo del giocatore 14 Calvisano, per tale motivo ho deciso di effettuare la citazione del giocatore 5 Rovigo davanti al Giudice Sportivo”.

A sostegno della propria tesi difensiva il Rugby Rovigo Delta Srl Ssd sosteneva come “…l’azione di pulizia eseguita dal 5 del Rovigo appare del tutto lecita essendo lo stesso entrato nel raggruppamento in modo regolare e prendendo il giocatore 14 del Calvisano con il braccio e con il petto come segnalato dall’arbitro (audio della clip da voi inviata), che si trovava in posizione ottimale per seguire l’azione e che risponde, appunto, al giocatore del Calvisano che voleva segnalare la non regolarità dell’entrata sul proprio compagno, affermando no no no, è andato col petto, col petto. Va rilevato altresì che in buona posizione erano anche il guardalinee e il quarto uomo (che godevano della visuale dal lato opposto rispetto all’arbitro ma comunque vicini all’azione) che nulla hanno segnalato su quell’entrata, così come nessuna segnalazione è pervenuta dagli altri organi presenti……..concludendo che il Giudice Sportivo dichiari non doversi procedere non ravvisandosi la violazione del regolamento di gioco e la conseguente commissione di illecito tecnico, da parte del giocatore citato…”

Il Giudice Marco Cordelli ha optato per una settimana di squalifica, a decorrere da lunedì 17 maggio fino a domenica 23, Giant Mtyanda salta la semifinale di ritorno, con ben 9 punti da recupera.

Intanto a Rovigo gli abbonati si sono già messi in fila per i biglietti omaggio, da giovedì scatta la prevendita per tutti gli altri tifosi (LEGGI ARTICOLO). 1000 i posti disponibili, non uno di più. 360 i biglietti omaggio distribuiti ai tifosi abbonati, gli altri sono in vendita a 25 euro dalle 16 del 20 maggio in viale Alfieri.

Articolo di Mercoledì 19 Maggio 2021

Condividi ora la notizia con i tuoi amici

Oggi in Sport

La tua opinione conta!

Contribuisci alle discussioni quotidiane con gli altri utenti di RovigoOggi.it