Condividi la notizia

POLITICA ADRIA

Giorgia Furlanetto: "La chiusura della Socotherm è una tragedia immane. Bonato chieda scusa per ciò che ha scritto"

Il consigliere comunale di minoranza di Adria (Rovigo) commenta la situazione tragica del lavoro nel proprio territorio, ma soprattutto delle attività che ne fanno parte che sono sempre più in dificoltà

0
Succede a:
ADRIA (Rovigo) - "Bandiera a mezz'asta in segno di vicinanza ai lavoratori della Socoterm e alle loro famiglie, e di tutte le attività chiuse". È questa la proposta avanzata dal Consigliere Comunale di Fratelli d'Italia Giorgia Furlanetto dopo la notizia di chiusura dello stabilimento di Adria (LEGGI ARTICOLO).

"La chiusura dello stabilimento della Socotherm è una tragedia immane per la nostra città che avrà tremende ripercussioni. La mia vicinanza va ai lavoratori che hanno perso il lavoro e alle loro famiglie. E come a loro anche alle tante altre attività che hanno abbassato le serrande e alle partite iva costrette a chiudere. La città deve raccogliersi e fermarsi a riflettere".

"Non possiamo rimanere passivi a guardare, occorre mobilitarci e comprendere quali strade intraprendere in futuro. Siamo già in ritardo, non è possibile perdere ulteriore tempo. Come consigliere comunale provo rabbia e vergogna nell'apprendere ciò che è stato in modo inopportuno scritto sui social da un altro consigliere comunale, Enrico Bonato. E' questo un momento talmente tragico in cui tutta la città dovrebbe fermarsi e riflettere seriamente sui problemi occupazionali del nostro territorio".

Concludendo: "Non c'è più tempo per stare a guardare, dobbiamo assumerci la responsabilità di affrontare seriamente questi problemi. Imbarazzante che Bonato dinanzi a simile notizia reagisca sostenendo che serve ottimismo e non possiamo concentrarci esclusivamente sulle cose negative. In che mondo vivono i civici? E' un insulto gratuito, una bestiale umiliazione verso quei lavoratori che da oggi non hanno più un lavoro e uno stipendio su cui poter contare. Bonato chieda scusa".
Articolo di Venerdì 21 Maggio 2021

Condividi ora la notizia con i tuoi amici

Oggi in Cronaca

La tua opinione conta!

Contribuisci alle discussioni quotidiane con gli altri utenti di RovigoOggi.it