Condividi la notizia

STRAGE DI MAFIA

Fiesso Umbertiano ricorda Giovanni Falcone "Noi non dimentichiamo"

A ventinove anni dalla strage di Capaci, il sindaco di Pincara Stefano Magon ed il consigliere comunale di Rovigo Mattia Moretto hanno accompagnato la piccola Sonia Cordone sotto la targa della sala Falcone Borsellino di Fiesso Umbertiano

0
Succede a:
FIESSO UMBERTIANO (Rovigo) - Questa mattina a Fiesso in sala Falcone e Borsellino  non sono mancati i fiori. "Noi non dimentichiamo" la frase di Daniele Cordone rivolta a Giovanni Falcone, la moglie Francesca Morvillo e gli agenti di scorta Antonio Montinaro, Vito Schifani e Rocco Dicillo, tutti ammazzati dalla mafia il 23 maggio del 1992.

A ventinove anni dalla strage di Capaci, il sindaco di Pincara Stefano Magon ed il consigliere comunale di Rovigo Mattia Moretto hanno accompagnato la piccola Sonia Cordone sotto la targa per depositare un mazzo di fiori dopo pochi istanti di silenzio la stessa leggeva una frase "la mafia è un fenomeno umano e come tutti i fenomeni umani ha un principio, una sua evoluzione e avrà quindi anche una fine" cosi conclude l'omaggio al magistrato. Molti i presenti della politica e non, anche da Rovigo. Cordone ha richiesto che nessuna bandiera politica fosse esposta durante l'evento di commemorazione.
Articolo di Lunedì 24 Maggio 2021

Condividi ora la notizia con i tuoi amici

Oggi in Cronaca

La tua opinione conta!

Contribuisci alle discussioni quotidiane con gli altri utenti di RovigoOggi.it