Condividi la notizia

GRANDI OPERE

Zaia inaugura il tratto più lungo della Pedemontana: Ciò che sembrava impossibile, è ora a portata di mano [VIDEO]

Bisaglia: Un sogno che diventa realtà. Inaugurati i 35 km di Pedementona che collegano Bassano del Grappa a Montebelluna. Ghiotti: Veneto ancora una volta primo in Italia

0
Succede a:
BASSANO DEL GRAPPA (Vicenza) - Con l’apertura del tratto trevigiano si collegano attraverso la superstrada Pedemontana veneta due aree a forte densità industriale come Bassano del Grappa e Montebelluna. “Sono 60 chilometri di infrastruttura completata su 94,5 chilometri di tracciato. A fine anno completiamo la partita collegandoci alla A27 a Treviso Nord. Questa è una infrastruttura che cambierà il modo di pensare e di vivere i nostri territori” ha detto il governatore del Veneto Luca Zaia.

"Ho ereditato un progetto che sembrava quasi cadavere, ed oggi sono in tutto 94,5 chilometri, 36 Comuni attraversati, 14 caselli, uno ogni 5,9 km. Il costo è di 2,258 miliardi, che comprende 68 chilometri di opere complementari. Quando l’ho ereditata - ha concluso - c’erano 300 milioni di espropri da pagare".

Alla apertura al traffico del tratto ha partecipato dalla provincia di Rovigo la consigliera regionale Simona Bisaglia invitata dal presidente Luca Zaia per l'inaugurazione, ed è salita sul palco al termine della presentazione, insieme alla squadra di assessori e consiglieri coinvolti nella grande opera.


"Un collegamento strategico anche per il nostro territorio polesano - ha affermato la consigliera Bisaglia - che valorizza l'investimento già operato attraverso la Valdastico, da Badia Polesine, che si collega quindi alla grande opera della Pedemontana per raggiungere i territori vicentini e trevigiani. Una realizzazione fortemente voluta dal nostro presidente Luca Zaia, oggetto anche di aspre critiche, ma che oggi dimostra nei fatti qunto sia utile e quanto potrà incidere nello sviluppo economico della nostra Regione, anche grazie ai tanti veneti che hanno dato fiducia all'operato della Regione cedendo i loro terreni a vantaggio della comunità tutta".

Insieme a Bisaglia anche Paolo Ghiotti, presidente Ance Veneto che commenta: "non è una striscia di asfalto che ruba terreno alla nostra terra, ma anzi una via di comunicazione che ha bonificato siti usati come discariche, un  esempio virtuoso per il rispetto del suolo, l'economia, ed un minor inquinamento per gli spostamenti. Tutto il processo è stato realizzato in 8-9 anni, un tempo ridotto per le opere. Il Veneto si dimostra quindi non solo primo per il turismo, per la produzione vitivinicola, per le pratiche evase di Superbonus 110%, ma è primo anche nelle grandi opere come questa dimostrando come la Regione Veneto sia ancora una volta esempio di amore, professionalità e qualità. La Regione ha dimostrato di saper fare squadra con coraggio".
Articolo di Venerdì 28 Maggio 2021

Condividi ora la notizia con i tuoi amici

Oggi in Cronaca

La tua opinione conta!

Contribuisci alle discussioni quotidiane con gli altri utenti di RovigoOggi.it