Condividi la notizia

MANIFESTAZIONE ROVIGO

Gli studenti reclamano a suon di musica il liceo musicale, il sindaco Gaffeo si impegna pubblicamente [VIDEO]

In mattinata il coinvolgente flash mob dei giovanissimi musicisti delle Casalini che in varie formazione hanno regalato un'ora di musica a tutta la cittadinanza per sostenere la propria richiesta

0
Succede a:
ROVIGO - Gli studenti delle scuole medie Casalini di Rovigo reclamano il proprio diritto allo studio. Dopo tre anni di indirizzo musicale non hanno alcuna scuola in provincia che possa permettere loro il proseguimento dello stesso tipo di studi.
Il sindaco di Rovigo Edoardo Gaffeo garantisce il pieno sostegno all'iniziativa: "L'amministrazione di Rovigo sostiene la necessità di un liceo musicale a Rovigo a disposizione di tutti i ragazzi della provincia, e farà qualsiasi azione perché si possa realizzare".


Domenica 30 maggio nato il Flash mob in piazza Vittorio Emanuele II nella mattina. Un messaggio chiaro, netto, basato su un diritto loro ora negato: in Polesine non c'è un liceo musicale "mentre in tutte le altre province del Veneto sì, in alcune come Venezia e Verona anche due" come spiega il dirigente Fabio Cusin che nel mezzo della perfomance musicale ha preso la parola. "I nostri ragazzi hanno il diritto di poter proseguire gli studi liceali secondo l'indirizzo cominciato alle medie. In provincia ci sono almeno 700 studenti delle medie iscritti agli indirizzi musicali, tutti questi studenti poi non trovano nell'offerta liceale quanto impostato durante i tre anni precedenti, un sacrilegio al diritto allo studio!" afferma Cusin che ha scritto una lettera circostanziata sul caso Rovigo al ministro all'Istruzione Patrizio Bianchi.

Tra la folla radunatasi davanti al gruppo degli studenti e docenti musicisti anche Edoardo Gaffeo, il sindaco di Rovigo, Roberto Tovo, vice sindaco e assessore alla cultura, ad un certo momento si è affacciata anche Nadia Romeo, presidente del consiglio.

La soluzione sembrerebbe una mozione da presentare in consiglio comunale per sostenere la nascita del futuro liceo musicale, mozione che poi votata sarà trasmessa alla Provincia di Rovigo, competente in materia. Cusin spiega come non ci sia alcun conflitto con i conservatori di musica: "I conservatori sono dei percorsi professionalizzanti, di alta formazione musicale, dedicati a chi sarà un musicista. Il liceo musicale è invece quella scuola superiore che possa permettere di studiare musica e di continuare il percorso che la scuola ad indirizzo musicale ha iniziato”.

Un'ora di musica coinvolgente, il flash mob si è svolto così: alle ore 11 la tromba di Antonello Del Sordo ha intonato, dal sagrato della Gran Guardia, il famoso brano “Caravan”. Gli alunni della classe di percussioni della scuola Casalini guidati da Marco Cirelli lo hanno accompagnato con i loro strumenti. Ad essi si è aggiunto il professore di pianoforte Paolo Lazzarini. Nel frattempo i giovani violinisti della docente Claudia Lapolla si avvicinavano attraversando tutta la piazza Vittorio Emanuele sotto l’ombra dei portici per raggiungere la scalinata della Gran Guardia dove li aspettava il maestro di violoncello Nazzareno Balduin. Facendosi strada tra il pubblico creatosi rapidamente, il gruppo dei violinisti prima ha suonato due brani molto ritmati insieme alle percussioni e poi “Palladio” di K. Jenkins (ricordiamo che con questo brano l’ensemble dei violini della “Casalini” è stato premiato nello scorso concorso musicale di Verona). Applausi scroscianti hanno riempito la piazza, applausi continuati con il gruppo intero dei ragazzi di prima classe dell’indirizzo musicale della Casalini che, con i 5 strumenti musicali presenti presso la scuola, e quindi con i flauti dell'insegnante Sandra Drago oltre le chitarre del docente Daniel D'Imperio, hanno intonato il famoso brano “I Pirati dei Caraibi”. Nel frattempo altri ragazzi della scuola distribuivano volantini, tenevano striscioni e sistemavano cartelloni.  
Ragazzi pieni di energia ed entusiasti hanno continuato a suonare con i loro professori di strumento musicale e non solo...con gli insegnanti Catia Lucia Gagliardi, Paolo Lazzarini e Antonello Del Sordo.
Articolo di Domenica 30 Maggio 2021

Condividi ora la notizia con i tuoi amici

Oggi in Cronaca

La tua opinione conta!

Contribuisci alle discussioni quotidiane con gli altri utenti di RovigoOggi.it