Condividi la notizia

RUGBY TOP10

Andrea Marcato: “Chi vince ha sempre ragione”

Zero polemiche in casa Petrarca Padova, coach Andrea Marcato utilizza tutto il suo aplomb per digerire una sconfitta che brucia, soprattutto contro il Rovigo

0
Succede a:
La delusione di Andrea Marcato

PADOVA - Difficile da digerire una sconfitta in una finale scudetto all’ultimo secondo. Quella che si è materializzata al Plebiscito di Padova è proprio una giornata nera per il Petrarca. Quasi imbattibile in regular season, una campagna acquisti fatta a fari spenti, nessuno la dava per favorita ad inizio stagione, invece.

“Dispiace per la sconfitta, ma alla fine ha vinto il Rovigo e chi vince ha sempre ragione; in ogni caso posso solo dire di essere orgoglioso dei miei ragazzi - ha commentato Andrea Marcato tecnico del Petrarca - e del mio capitano per quello che hanno messo in campo e per l'impegno che non è mai mancato". "Il Rovigo ha vinto all'ultimo e credo che proprio per questo la sconfitta subita sia solo una questione di dettagli e nulla di più, anche perchè se all'ottantesimo non fosse stata data meta, staremo parlando sicuramente di un'altra partita".

Leggi la Cronaca di Petrarca - FemiCz Rovigo
LEGGI L'ARTICOLO SUL 13ESIMO SCUDETTO
Leggi l'articolo su Yarno Celeghin in bicicletta a Padova per la finale
Leggi l'articolo sulla finale davanti al maxi schermo
Leggi le parole di Umberto Casellato
Leggi le parole di Andrea Marcato
Leggi le parole di Zambelli, Bacchetti, Lubian, Ferro, Menniti-Ippolito e Antl
La lunga notte di festa a Rovigo 

Petrarca lanciassimo in chiave futura con acquisti mirati per rinforzare ulteriormente la rosa "Per Rovigo si è concluso un ciclo, mentre per noi se nè aperto uno che andrà avanti nel tempo; sinceramente non so se rivedrò la partita - ammette coach Marcato - perchè alla fine quello che dovevamo fare lo abbiamo fatto, considerando anche che avevamo 5 - 6 giocatori assenti che potevano certamente fare la differenza". "Sull'ultima meta io mi fido dell'arbitro e se lui ha detto che c'era allora siamo apposto così e non ci sono problemi di nessun genere, le immagini comunque che ha visto lui le abbiamo visto anche noi e la palla non si vede; complimenti al Rovigo per quello che ha fatto". "Abbiamo fatto una stagione cambiando la testa a tutti, in quanto sono due anni che il campionato lo doveva vincere o Reggio o Rovigo, e quest'ultimo ha mantenuto le aspettative; all'inizio dell'anno tutti ci davano per quinta o sesta, ma alla fine siamo arrivati in finale". Chapeau.

"È un argento che è vale comunque un argento - ha commentato capitan Trotta - alla fine non abbiamo mai pensato di farcela e anche vero che abbiamo avuto un bel controllo della partita e siamo stati bravi a gestire il tutto". "Già a fine primo tempo quando siamo rientrati ci siamo resi conto che li stavamo solo aspettando e nulla di più; ci siamo detti che dovevamo divertirci e giocare e alla fine lo abbiamo fatto". Sarò per l’anno prossimo.

 

 

Articolo di Mercoledì 2 Giugno 2021

Condividi ora la notizia con i tuoi amici

Oggi in Sport

La tua opinione conta!

Contribuisci alle discussioni quotidiane con gli altri utenti di RovigoOggi.it