Condividi la notizia

SPETTACOLO ARIANO NEL POLESINE

Successo per lo spettacolo teatrale classe terza B scuola media di Ariano nel Polesine

Attraverso la recitazione gli alunni hanno avuto modo di esibire nuove modalità di comunicazione e peculiari competenze relazionali mediante una didattica stimolante, significativa e divertente (Rovigo)

0
Succede a:
ARIANO NEL POLESINE (Rovigo) - Venerdì 30, sabato 31 maggio e martedì 1 Giugno alla presenza della Dirigente Prof.ssa Antonella Flori, presso la scuola secondaria di primo grado di Ariano nel Polesine, si è svolto lo spettacolo teatrale dal titolo “Che fine ha fatto Lucignolo?” messo in scena dagli alunni della classe terza B della Scuola Sec. di I grado di Ariano  Polesine. Esso rappresenta lo step finale del progetto di durata biennale “Bullo non è bello” realizzato dai docenti Davide Girardello (materie letterarie) e Antonella Cassetta (musica).

Attraverso la recitazione gli alunni hanno avuto modo di esibire nuove modalità di comunicazione e peculiari competenze relazionali mediante una didattica stimolante, significativa e divertente. Grazie al teatro si è riusciti ad affrontare un tema delicato e spinoso come quello del bullismo, proponendo riflessioni e risposte in modo ludico, ma allo stesso tempo riflessivo e propositivo.

Gli alunni si sono cimentati in questa nuova sfida dimostrando una spiccata inclinazione alla recitazione che ha permesso anche ai più riservati e meno estroversi di potersi mettere in gioco e comunicare in modo più efficace. Il progetto si è svolto in piena pandemia, ma la collaborazione, la tenacia e la convinzione hanno fatto sì che si potesse arrivare alla rappresentazione dello spettacolo che ha riscosso consensi e plausi da parte del pubblico della scuola.

Nonostante le restrizioni, come spazi da poter utilizzare e limiti nella recitazione (gli alunni hanno indossato la mascherina per tutta la durata dello spettacolo) la commedia è stata rappresentata rispettando i
protocolli di sicurezza delle norme anti-Covid, dimostrando che con attenzione, impegno, responsabilità e buona comunicazione si possa raggiungere un obiettivo comune grazie alla partecipazione attiva e alla disponibilità da parte del gruppo coinvolto.
Articolo di Venerdì 4 Giugno 2021

Condividi ora la notizia con i tuoi amici

Oggi in Spettacoli e Cultura

La tua opinione conta!

Contribuisci alle discussioni quotidiane con gli altri utenti di RovigoOggi.it