Condividi la notizia

PAPOZZE INTERROGAZIONE

Piermarino Veronese: "Nessun fiore sul monumento dei martiri e nessun nome su quello dei caduti"

Il consigliere comunale di Papozze (Rovigo) chiede maggiore rispetto per i caduti da parte dell'amministrazione comunale del paese

0
Succede a:

PAPOZZE (Rovigo) - "Il compagno, primo cittadino di Papozze sui motivi che orientano in maniera ossessiva l'amministrazione comunale a celebrazioni partigiane nella frazione di Panarella con tanto di lapidi su ed in prossimità del monumento ai caduti, ad intitolazioni di strade biblioteche quand'anche certi eroi della Liberazione come il partigiano Bizzarro Arduino, medaglia d'oro al Valor militare alla memoria, nacque ad Adria (Bottrighe) il 27 gennaio del 1923?". Così il consigliere comunale di Fratelli d'Italia di Papozze, Piermarino Veronese. 

"E c'è da chiedersi: essere insignito della Mdovm per aver preso parte ad uno scontro a fuoco con i militi delle Brigate Nere è un valore così grande che, se dovessimo dare medaglie d'oro a tutti i soldati e i partigiani periti in scontri a fuoco, non basterebbero le riserve auree di Fort Knox?".

"Io rimango sbalordito davanti a tanta voglia di testimonianza quando sul monumento ai caduti per la Patria di Papozze nemmeno vi è il nome di un morto, di un disperso e nemmeno un fiore viene posto a memoria dei Martiri delle Foibe o a Norma Cossetto violentata ed uccisa dai partigiani di Tito e ad essi intitolare una via o uno slargo o un campetto?".

Concludendo: "Perchè da anni ci sono precluse ricerche storiche d'archivio, forse potremmo scoprire la spia di Salo' G38 quella  che avrebbe dovuto tradire la compagna Dobrilla Giovannini "fior di stelo" o  i torturatori di Mario Bonamico?".

Articolo di Mercoledì 9 Giugno 2021

Condividi ora la notizia con i tuoi amici

Oggi in Cronaca

La tua opinione conta!

Contribuisci alle discussioni quotidiane con gli altri utenti di RovigoOggi.it