Condividi la notizia

EVENTI

Un impianto sportivo d’eccellenza grazie al sostegno della Fondazione Cariparo e della Regione Veneto

Si è svolto presso il centro sportivo di Gaiba (Rovigo) un momento di riconoscimento alla Fondazione Cariparo e della Cattedra Unesco di Ferrara per il progetto internazionale di tennis su prato

0
Succede a:

GAIBA (Rovigo) - Il Consigliere della Fondazione Cariparo Fabio Paoletti ha presieduto l'inaugurazione della finale degli Internazionali di tennis su erba, con l'applicazione della targa della Fondazione Cariparo per il contributo erogato nel 2020 con il bando Work in Sport.

L'Ingegner Paoletti ha menzionato l'impronta innovativa dell'iniziativa sportiva che sposa i criteri premianti della Fondazione.

Grazie al sostegno della Fondazione Cariparo e della Regione Veneto per l'impiantistica sportiva nel 2020 è stato possibile concretizzare un progetto di manutenzione straordinaria dell'impianto sportivo di Gaiba con l'omologazione dell'impianto di gioco di tennis su erba ed ospitare competizioni internazionali.

Presente anche la professoressa Valentina Mini della Cattedra Unesco in Education, Growth and Equality dell'Università di Ferrara, che ha ricordato la motivazione del sostegno all'iniziativa. Infatti il patrocinio, come ha ricordato Valentina Mini, trascende il torneo internazionale di tennis su erba e premia l'attività giovanile del Tennis Club Gaiba guidata dal 24enne Elia Arbustini con tutti i giovani volontari che operano con spirito di servizio, e promuovono la crescita del territorio. L'auspicio è una  proficua collaborazione per promuovere i principi di istruzione, crescita ed uguaglianza.

Oltre al patrocinio della Cattedra Unesco dell'Università di Ferrara, hanno patrocinato il torneo internazionale anche la Commissione Europea, la Regione Veneto, la Provincia di Rovigo, il Comune di Gaiba.

Articolo di Mercoledì 16 Giugno 2021

Condividi ora la notizia con i tuoi amici

Oggi in Cronaca

La tua opinione conta!

Contribuisci alle discussioni quotidiane con gli altri utenti di RovigoOggi.it