Condividi la notizia

FIESSO UMBERTIANO

L’ex gruppo di minoranza si prepara per la prossima tornata elettorale

Dopo le dimissioni dell’ex sindaco Sonia Bianchini il comune di Fiesso Umbertiano (Rovigo) è stato commissariato, il gruppo consiliare Insieme per Fiesso si allarga in vista delle prossime elezioni

0
Succede a:

FIESSO UMBERTIANO (Rovigo) - E’ già passato qualche mese dalla conferma delle dimissioni dell’ex sindaco Sonia Bianchini, a seguito della profonda spaccatura avvenuta all’interno del gruppo di maggioranza “Fiesso di tutti” (LEGGI ARTICOLO), dopo le insanabili divergenze emerse successivamente alla pubblicazione della “famosa” lettera da parte di quasi tutti i componenti del gruppo di maggioranza contro le decisioni della stessa Bianchini. “La vicenda, purtroppo, ha portato Fiesso Umbertiano ad essere commissariato, con le conseguenze che già avevamo previsto: il paese si trova ad un punto morto, senza poter contare su attività che possano valorizzarlo, ma fruendo di una gestione di normale amministrazione”.

“Ci teniamo a sottolineare che, però, il nostro gruppo consiliare - sottolinea Insieme per Fiesso - ha continuato il suo lavoro e ha mantenuto la sua compattezza, anche una volta terminato il proprio ruolo di minoranza. Pur in un clima di incertezza, come gruppo, abbiamo ritenuto opportuno metterci subito al lavoro, cercando di ampliare la nostra rete e di puntare su un insieme di persone, allargato, trasversale che, però, abbia come punto cardine e come fondamento il bene comune di Fiesso Umbertiano. In queste settimane stiamo alacremente lavorando per creare le basi per un’azione che punti al rinnovamento e alla valorizzazione del nostro paese, che cerchi di avviare una collaborazione tra persone che hanno come unico obiettivo mettersi a disposizione per il bene dei cittadini fiessesi, senza tornaconti personali di qualsiasi genere”.

“Il nostro desiderio è quello di vedere, finalmente, Fiesso Umbertiano tornare a splendere - conclude Insieme per Fiesso - puntando su una ripresa sia economica che culturale, avviando le giuste collaborazioni coi Paesi limitrofi, con enti e istituzioni locali, per togliere Fiesso dall’immobilismo attuale e cercando di fare, il più possibile, il bene di tutti i nostri compaesani”.

Articolo di Martedì 22 Giugno 2021

Condividi ora la notizia con i tuoi amici

Oggi in Cronaca

La tua opinione conta!

Contribuisci alle discussioni quotidiane con gli altri utenti di RovigoOggi.it