Condividi la notizia

RIPRESA

Sale a 50 milioni di euro il piano straordinario per il rilancio del Veneto

10 milioni di euro in più destinati al fondo per l’accesso al credito per imprese della Regione del Veneto. Il Covid-19 ha aumentato le esigenze di liquidità

0
Succede a:

VENEZIA - La Giunta regionale del Veneto ha approvato questa mattina una delibera che prevede un ulteriore incremento di 10 milioni di euro della dotazione finanziaria dei fondi di rotazione per la concessione di finanziamenti agevolati alle PMI dei settori commercio, secondario, terziario e artigianato.

“Con questa nuova delibera – sottolinea l’Assessore regionale allo sviluppo economico Roberto Marcato – portiamo a 50 milioni di euro il piano straordinario per la concessione di finanziamenti agevolati per esigenze di liquidità delle imprese colpite dall'emergenza epidemiologica da Covid-19. Il successo della misura, con un ottimo riscontro da parte delle imprese nell’accesso al credito agevolato tramite la nostra finanziaria Veneto Sviluppo, ci ha convinto ad aumentare la somma disponibile”.

“In questo momento di ripartenza – sottolinea Marcato – la Regione del Veneto continua ad impegnarsi al massimo per sostenere il rilancio delle nostre imprese. Siamo certi che un aiuto in più è utile a ridare fiducia ai nostri imprenditori dei vari settori, soprattutto quelli maggiormente colpiti dagli effetti della pandemia, per riprendere rapidamente e al meglio”.

Dai dati del monitoraggio di Veneto Sviluppo si evince che la linea di intervento attivata dalla Regione a luglio dello scorso anno, a inizio giugno 2021 registrava 903 domande ammesse all’agevolazione, per un controvalore in termini di risorse regionali impegnate pari a 35,7 milioni di euro. Di conseguenza, alla data dell’8 giugno 2021, il plafond di 40 milioni di euro risulta impegnato all’85% circa, mentre sono in corso di presentazione circa 70 istanze, per un controvalore di circa 2,5 milioni di euro.

La delibera approvata oggi prevede dunque che la dotazione della misura sia incrementata da subito di ulteriori 10 milioni di euro, portando il fondo a 50 milioni di euro, anche in considerazione del fatto che dai dati di Veneto Sviluppo emerge che l’istruttoria delle domande è molto veloce, in media a 17 giorni.

 

Articolo di Martedì 22 Giugno 2021

Condividi ora la notizia con i tuoi amici

Oggi in Cronaca

La tua opinione conta!

Contribuisci alle discussioni quotidiane con gli altri utenti di RovigoOggi.it