Condividi la notizia

ROVIGO DA BOCCIARE

Urbanistica, il buco nero di Rovigo secondo Mattia Maniezzo

Servono immediate ed efficaci soluzioni per garantire l'operatività dell'ufficio comunale secondo il consigliere di Italexit per l'Italia. Il rischio è quello di far scappare gli investimenti dalla città di Rovigo di efficientamento edilizio

0
Succede a:
ROVIGO - Mattia Maniezzo dice "Adesso Basta!". Il consigliere comunale di Italexit per l'Italia ricorda che è da 2 anni che segue da vicino la "tragica vicenda" del settore Urbanistica del capoluogo. "Adesso Basta - grida Maniezzo - Il sindaco, la giunta, il consiglio comunale deve affrontare immediatamente la questione e trovare, a strettissimo giro, la soluzione più efficace per fare in modo che l'ufficio urbanistica faccia il proprio lavoro, ossia creare le migliori condizioni per lo sviluppo cittadino. Diversamente, la giunta Gaffeo, verrà ricordata come l'amministrazione responsabile della fuga di cittadini ed investimenti dalla nostra città".

"In questo tempo abbiamo prodotto interrogazioni, chiarimenti, abbiamo fatto ricerche interfacciandoci con città vicine, abbiamo proposto tavoli tecnici, abbiamo dialogato con tutte le forze politiche per cercare, quantomeno, di motigarela la situazione scandalosa dell'ufficio - afferma Maniezzo - Abbiamo proposto oltre 40 emendamenti al nuovo regolamento edilizio che, nonostante non sia ancora stata prodotta la relativa delibera, se fosse passato nella forma originale, avrebbe di fatto ingessato l'intero settore, causando danni sia economici che di servizio, probabilmente incalcolabili.
Abbiamo raccolto moltissime testimonianze dirette, riportate poi all'interno del consesso consiliare, di cittadini, professionisti ed imprenditori che lamentano disservizi e conseguenti perdite economiche".

Secondo Maniezzo Rovigo si sta svuotando. "La città è scesa sotto i 50 mila abitanti (con le nefaste conseguenze che ne derivano) e noi, siamo certi che una delle cause principali sia imputabile al modus operandi del settore urbanistico che rende difficile se non impossibile investire nel nostro territorio".

"Ora abbiamo un'ulteriore occasione di sviluppo dovuto al Superbonus 110% che, potenzialmente, può muovere diverse decine di milioni di euro di investimenti che però, stanno trovando difficoltà di realizzazione, proprio nell'ufficio Urbanistica - afferma Maniezzo - Ci siamo sentiti rispondere dall'assessore Luisa Catozzo, che le lungaggini sono dovute ad una scarsa digitalizzazione.. scusa assurda a rigor di logica.
Abbiamo più e più volte incalzato la giunta per cercare una soluzione ma, come sempre accade nei palazzi, sono più importanti le scaramucce politiche che le sorti di cittadini ed imprenditori".
Articolo di Mercoledì 30 Giugno 2021

Condividi ora la notizia con i tuoi amici

Oggi in Cronaca

La tua opinione conta!

Contribuisci alle discussioni quotidiane con gli altri utenti di RovigoOggi.it