Condividi la notizia

CONSORZIO DI BONIFICA ADIGE PO

Alla fine dei lavori sarà ulteriormente aumentato il dislivello tra le aree urbane ed i collettori di scolo

Proseguono i lavori in comune di Pontecchio Polesine (Rovigo) per migliorare il deflusso delle acque meteoriche nel Collettore Padano Polesano

0
Succede a:

PONTECCHIO POLESINE (Rovigo) - “L’intervento si è reso necessario al fine di migliorare il deflusso delle acque provenienti dalle aree agricole ed urbane, garantendo soprattutto la possibilità di far fronte ad eventi meteorici con tempi di ritorno di 50 anni, soprattutto nell’area ovest del comune di Pontecchio le cui acque devono defluire attraverso vecchie tombinature o condotte fognarie realizzate decine di anni fa per garantire lo sviluppo urbanistico.” afferma il Presidente del Consorzio di Bonifica Adige Po Roberto Branco. “L’intervento prevede, tra l’altro, la realizzazione di un nuovo canale per collegare un’area di 650 ha, pari ad un quarto dell’intero bacino di Ponte Foscari, comprendente anche alcune zone urbanizzate, con il Collettore Padano Polesano e alleggerire così il sistema idraulico ad est di Pontecchio e l’adeguamento geometrico al nuovo regime idraulico di altri canali. I canali che saranno adeguatamente risezionati e presidiati sono il “Magarino di Polesella”, il “Vecchio Barbina”, il “Busi Destro” e il “Marinata”, nonché un nuovo ed ulteriore collegamento della rete di scolo al nuovo manufatto di scarico in Collettore Padano Polesano che sarà dotato anche di pompe da azionare automaticamente in caso di livelli elevati del Collettore stesso. “I lavori - conclude il Presidente Branco - saranno completati presumibilmente entro la fine del prossimo inverno”.

“I lavori in corso, che ad oggi hanno riguardato la ricostruzione di un manufatto di dimensioni maggiori rispetto all’esistente, l’allargamento di alcuni canali e la costruzione del nuovo impianto di scarico in Collettore Padano Polesano” riferisce il Direttore del Consorzio Giancarlo Mantovani “come è semplice capire, non possono quindi essere stati la causa degli allagamenti che hanno interessato l’area urbana del centro di Pontecchio nelle scorse settimane, come invece accusa qualche incompetente giustizialista, leone da tastiera, che non è in grado di capire che gli allagamenti hanno stranamente interessato solo le zone più alte del paese. Il fatto che le caditoie improvvisamente abbiano poi ripreso a ricevere non può portare alla maldicenza che ciò sia dovuto a imprecisate misure di sblocco del sistema, azioni mai attuate dal Consorzio come si può dimostrare dai dati di funzionamento del telecontrollo consorziale. “Alla fine dei lavori - conclude Mantovani - sarà ulteriormente aumentato il dislivello tra le aree urbane ed i collettori di scolo ed aumentata la portata di smaltimento per far fronte ad eventi meteorici intensi: l’importante sarà poi garantire che l’acqua arrivi ai canali demaniali per poter essere smaltita”.

Articolo di Giovedì 1 Luglio 2021

Condividi ora la notizia con i tuoi amici

Oggi in Cronaca

La tua opinione conta!

Contribuisci alle discussioni quotidiane con gli altri utenti di RovigoOggi.it