Condividi la notizia

POLIZIA DI STATO

Convalidato l'arresto dell'uomo che ha aggredito Andrea Grassetto in gelateria a Rovigo

Era irregolare, pluripregiudicato e già conosciuto alla Forze dell'Ordine per un episodio di resistenza a pubblico ufficiale occorso in ciclabile Baden Powell a Rovigo

0
Succede a:
ROVIGO - Convalidato l’arresto, questa mattina, di B.O di anni 21, cittadino nigeriano, irregolare, pluripregiudicato che verso le 22.00 di sabato sera ha aggredito il vicesindaco di Pettorazza Grimani Andrea Grassetto (LEGGI ARTICOLO) nella gelateria di Piazza Caffarati, dietro alle Poste centrali.

Il Tribunale di Rovigo, su richiesta del P.M. di turno A. Bigiarini, ha emesso nei confronti dell’imputato la misura cautelare del divieto di dimora nella provincia di Rovigo immediatamente eseguita. L’udienza per il processo è stata, invece, rinviata al 21 luglio prossimo. Lo stesso straniero di era reso protagonista in città di un fatto analogo il 21 giugno scorso in quanto, sottoposto ad un controllo documentale lungo la pista ciclabile Baden Powell, ha reagito agli agenti intervenuti. In quel caso era stato deferito in stato di libertà per resistenza a pubblico ufficiale.

La Polizia di Stato fa sapere che verso le ore 22:00 le Volanti ed il personale della Questura in servizio “antimovida” hanno risolto positivamente una situazione messa in atto da un cittadino nigeriano irregolare sul territorio nazionale, interrompendo di fatto un’azione criminosa che avrebbe potuto avere conseguenze ben più gravi. In particolare al 113 della Questura giungeva una richiesta di soccorso da parte di un cittadino che denunciava di essere stato aggredito, senza apparenti motivi,  in Piazza Caffarati da uno straniero che lo aveva ferito ad una mano con un collo di bottiglia che brandiva minacciosamente.

Prontamente intervenuto, il personale della Questura individuava immediatamente l’aggressore che nel frattempo si era allontanato verso la vicina piazza Matteotti. Anche in questo caso alla vista dei poliziotti lo straniero agitava minacciosamente il collo di bottiglia al loro indirizzo e solo dopo minuti concitati, durante i quali gli agenti riuscivano a convincerlo a deporre l’arma impropria, si riusciva ad avvicinarsi al predetto per procedere alla sua identificazione. Calma apparente in quanto lo straniero anziché esibire i documenti o indicare le generalità, si scagliava contro i poliziotti che a fatica riuscivano a contenerlo e a metterlo in sicurezza. In relazione alla precedente aggressione in piazza Caffarati e alla resistenza posta in essere in questo ultimo frangente, B.O di anni 21, cittadino nigeriano, irregolare, pluripregiudicato, veniva tratto in arresto per lesioni aggravate dall’uso di arma impropria, resistenza e lesioni a pubblico ufficiale.

 
Articolo di Sabato 3 Luglio 2021

Condividi ora la notizia con i tuoi amici

Oggi in Cronaca

La tua opinione conta!

Contribuisci alle discussioni quotidiane con gli altri utenti di RovigoOggi.it