Condividi la notizia

WORLD MAYOR AWARD

Sarà Aldo D’Achille a vincere il premio di Miglior Sindaco del mondo?

Il sindaco di San Bellino arriva in finale del premio internazionale. Rappresenta l’Italia insieme al collega di un altro paesino veneto: Villa del Conte (Pd)

0
Succede a:
SAN BELLINO (Rovigo) - Aldo D’Achille, momentaneamente in trasferta a Malta per un corso di aggiornamento, dove è bloccato per l’epidemia che ha blindato 70 studenti italiani, è raggiante, quando riporta la notizia che è entrato fra i dodici finalisti a livello planetario dell’edizione 2021 del premio “Miglior Sindaco del mondo”.

Dei 12 finalisti solo due sono Italiani San Bellino e Villa del Conte (Padova); praticamente due Davide contro i Golia delle grandi città.

“I vincitori saranno annunciati solo il 14 settembre 2021 ma già essere arrivati qui è una soddisfazione da capogiro; comunque vada sono felice un po’ come Berrettini” commenta Aldo D’Achille, perché in quella data la City Mayors Foundation, comunque onorerà quattro sindaci per i loro risultati in settori quali lo sviluppo sostenibile, la cooperazione internazionale, l'integrazione sociale ed economica e la promozione della solidarietà tra cittadini.
Il progetto World Mayor 2021 riconosce anche il lavoro svolto dai sindaci delle comunità più piccole. Il Premio e gli Encomi del Sindaco Mondiale 2021 saranno conferiti ai sindaci che hanno dimostrato leadership durante la pandemia di Covid-19.

La pandemia ha mostrato quanto siano vulnerabili anche le città più ricche. I leader cittadini lungimiranti devono ora a ripensare a come le loro comunità possono essere meglio protette dalle minacce future, sia naturali che provocate dall'uomo.
Effettivamente leggere il nome di “Aldo D'Achille, Sindaco di San Bellino, Rovigo, Italia” nella pagina ufficiale della City Mayors Foundation fa un certo effetto anche per chi non sia di quella comunità.
Alcune parole accompagnano la motivazione della nomination: condivisione, partecipazione, valore del patrimonio ambientale, benessere del cittadino. Da quando è stato eletto, si legge nel comunicato, Aldo si è impegnato instancabilmente per realizzare il suo obiettivo di offrire i più alti standard di ospitalità in un contesto di pratiche sostenibili ed eco-compatibili.

“Il borgo di San Bellino non è mai stato così verde, confortevole e seducente”, prosegue la motivazione. L'emergenza Covid-19 ha messo in luce il punto di vista attento ed eco-friendly di Aldo D'Achille come sindaco. Ad esempio, ha allestito la "cassetta delle coltivazioni", una scatola regalo per ogni famiglia contenente piante e fiori, già pronta per essere piantata in giardini e balconi. Non solo, ha aiutato le persone a ritrovare la bellezza in un momento difficile, e ad essere coinvolte in una piacevole attività durante il lockdown, ma è stato anche un modo creativo per salvare le piante dal degrado nei negozi di fiori, chiusi durante l'emergenza, per non parlare dell'assistenza psicologica che ha offerto alle persone che vivevano da sole, dell'aiuto economico che ha dato alle famiglie con bambini e ai negozi e alle aziende di San Bellino.

Insomma non possiamo che incrociare le dita e augurare: “In bocca al lupo” ad Aldo D’Achille, il sindaco che è l'orgoglio della buona amministrazione pubblica in provincia di Rovigo.
 
Ugo Mariano Brasioli
Articolo di Martedì 13 Luglio 2021

Condividi ora la notizia con i tuoi amici

Oggi in Cronaca

La tua opinione conta!

Contribuisci alle discussioni quotidiane con gli altri utenti di RovigoOggi.it