Condividi la notizia

BADIA POLESINE

Il Pd ha la memoria corta: il Villaggio del sole sarebbe stata un’eccellente risposta ai bisogni del territorio

Fabrizio Rossi (Forza Italia) si scaglia contro il gruppo Adesso Badia sulle problematiche della casa di riposo di Badia Polesine, di cui fu presidente, con "conti in ordine e bilanci sempre positivi"

0
Succede a:
BADIA POLESINE (Rovigo) - Il Coordinatore di Forza Italia Badia, Fabrizio Rossi risponde alle polemiche innescate dal gruppo consiliare ‘Adesso Badia’ (LEGGI ARTICOLO) secondo cui l'iniziativa di raccolta firme di Forza Italia (LEGGI ARTICOLO) avrebbe certificato di fatto la fine dell'esperienza di presidente del leghista Tommaso Zerbinati alla Rsa Casa del sorriso.

“È doveroso fare chiarezza, anche a beneficio di chi manifesta di avere la memoria corta – sostiene Rossi – perché il “Villaggio del sole” è nato come iniziativa sociale volta a dare una risposta concreta alla nostra comunità, in altre parole dare la possibilità a persone anziane con un discreto grado di autonomia di vivere in ambienti confortevoli a due passi dal centro cittadino, con il vantaggio di poter usufruire, se e in quanto necessario e richiesto, dei servizi che la Casa del Sorriso (pasti, pulizie, assistenza di base ed infermieristica).
Questa formula di sostegno al mantenimento delle autonomie – ricorda Rossi – fu all'epoca condivisa da tutte le istituzioni locali e regionali e salutata come innovativa per il territorio, che è per lo più rurale, con abitazioni sparse fuori dal contesto urbano e dunque ad alto rischio d’isolamento per le persone anziane o disabili.

Il Villaggio del sole sarebbe stato un’eccellente risposta ai bisogni del territorio - prosegue il Coordinatore di FI -, del resto i mini alloggi protetti a servizio della comunità sono una realtà consolidata e apprezzata in molti contesti territoriali regionali e non solo.

Fabrizio Rossi che all’epoca della sua presidenza ne sostenne la realizzazione, entra quindi in polemica diretta con ‘Adesso Badia’, sostenendo che se il Villaggio del Sole non è mai decollato fu per il disimpegno da quelle finalità operato dal successivo Consiglio di amministrazione guidato da Remo Previatello. Un Consiglio nominato da Gastone Fantato con l’avvallo di quello stesso PD che oggi punta il dito verso questo "investimento sbagliato". Fu quel Consiglio che ha ritenuto di "farne altro" e di metterlo a disposizione dell'azienda sanitaria per la disabilità adulta: “Una finalità indiscutibilmente nobile - prosegue Rossi – ma, per l'appunto "altra" rispetto alle finalità iniziali per cui ci si era spesi e impegnati”. Ecco perché, secondo l’analisi del Coordinatore di FI, il Villaggio del sole è divenuto nel tempo un problema.

Quindi l’attacco finale: “Si vada a chiedere conto a quel Consiglio di amministrazione, allora definito come “...il migliore possibile” dal sindaco Fantato col plauso del PD, del perché di quella scelta, per giustificare problemi maturati successivamente e con altri attori protagonisti”.
Fabrizio Rossi chiude la requisitoria ricordando ai detrattori che sotto la sua gestione, i conti erano tenuti in ordine e i bilanci sempre positivi.
Ugo Mariano Brasioli
Articolo di Mercoledì 14 Luglio 2021

Condividi ora la notizia con i tuoi amici

Oggi in Cronaca

La tua opinione conta!

Contribuisci alle discussioni quotidiane con gli altri utenti di RovigoOggi.it