Condividi la notizia

SOLIDARIETA’

Lendinara addotta il Mozambico di fra Luca Santato

Domenica scorsa in occasione di due celebrazioni organizzate dalle comunità di Rasa-Ramodipalo prima e a Lendinara (Rovigo) poi, per il frate, sono stati raccolti oltre 2.800 euro

0
Succede a:
fra Luca e don L.Boldrin

LENDINARA (Rovigo) - La generosità di Lendinara nell’aiutare gli amici della missione di Quelimane in Mozambico in cui opera fra Luca Santato sta diventando proverbiale sin da quando, nel novembre del 2018 con “Voci di speranza” è iniziata una raccolta di fondi. Quel filo della solidarietà, proseguito anche col “salvadanaio itinerante della fratellanza” non si è più interrotto. Il 25 gennaio 2020 con una straordinaria sinergia di forze furono raccolti in un concerto al Ballarin 3mila euro, divenuti poco dopo 4mila con  il contributo del gruppo della Chiarastella di Rasa.

Domenica scorsa in occasione di due celebrazioni organizzate dalle comunità di Rasa-Ramodipalo prima e Centro città poi, per salutare il frate che, dopo essersi vaccinato contro il Covid-19, il 2 agosto rientrerà nella missione in Zambesia, sono stati raccolti oltre 2.800 euro.

Nonostante il caldo afoso, infatti, con una partecipazione che il frate non ha esitato a definire “Impressionante”, moltissime persone hanno assistito alle due celebrazioni eucaristiche officiate fra Luca. Al termine della prima, i rappresentati dell’Associazione culturale “La Bussola” hanno consegnato a padre Luca 1.900 euro per completare il recupero di “Casa Esperança”, danneggiata dal ciclone del marzo 2019.

A mezzogiorno, invece, accolto fraternamente da Dom (dal latino Dominus) Luca Boldrin, al santuario del Pilastrello fra Luca ha officiato la messa per i fedeli della comunità altopolesana. Anche in questo caso la partecipazione e la generosità sono state notevoli e sono stati raccolti e consegnati oltre 930 euro, come riferisce Federico Amal commentando: “Evidentemente la “credibilità” del frate ha fatto  breccia nei cuori dei lendinaresi”.

“Quelli di domenica scorsa sono stati due momenti di condivisione importanti ed emozionanti, coronati da una generosità sorprendente che ci incoraggia a continuare il nostro impegno francescano in Mozambico, nonostante le crescenti difficoltà (LEGGI ARTICOLO)”, ha dichiarato a sua volta padre Luca.

Per dare continuità agli aiuti per quella tormentata terra, il Centro missionario dei frati minori cappuccini veneti sta organizzando il programma di sostegno “Adotta la missione di Quelimane”, dove i lavori sono in corso e a fine agosto dovrebbe essere aperta una nuova scuola orfanatrofio per 52 bambini di tutte le età.

Ugo Mariano Brasioli

Articolo di Sabato 17 Luglio 2021

Condividi ora la notizia con i tuoi amici

Oggi in Cronaca

La tua opinione conta!

Contribuisci alle discussioni quotidiane con gli altri utenti di RovigoOggi.it