Condividi la notizia

COMUNE

Sambinello chiede di ripristinare da subito il consiglio comunale in presenza

Consiglio comunale ancora a distanza a Lendinara (Rovigo), un’anomalia che rischia di marginalizzare la sovranità popolare

0
Succede a:

LENDINARA  (Rovigo) - Nonostante siano circa due mesi che Lendinara è in zona bianca, il Presidente del Consiglio Comunale e la maggioranza dei capigruppo continuano ad imporre le sedute  delle Commissioni rigorosamente a distanza.

“Mentre in quasi tutti i Comuni italiani, anche nella nostra provincia, si è tornati al confronto faccia a faccia”, sostiene il capogruppo di “Alternativa civica” Denis Sambinello, a Lendinara si continua ad imporre i Consigli Comunali a distanza, dove il singolo Consigliere si trova a casa isolato, spesso privo di riferimenti importanti per prendere decisioni, vittima spesso del mancato collegamento wi-fi, come capitato nell'ultimo consiglio Comunale. “È un’anomalia che rischia di marginalizzare la sovranità popolare” afferma Sambinello.

Nonostante le numerose richieste per il ritorno ai Consigli Comunali in presenza, prosegue Sambinello, anche il prossimo di fine Luglio sarà a distanza, mortificando il ruolo di alcuni Consiglieri sempre più impossibilitati a svolgere il proprio ruolo in maniera efficace. “Parlo di alcuni, sottolinea il capogruppo, visto che molti Assessori, il Sindaco ed il Presidente del Consiglio da sempre si collegano dagli uffici comunali e dalla sala consigliare con tutta l'assistenza del personale comunale”.

Ulteriormente anche nel nostro Comune alcune istituzioni, come le Consulte Territoriali (attuando i protocolli anti covid 19 previsti) sono tornate giustamente a riunirsi in presenza, altre iniziative lo fanno col patrocinio dello stesso Comune di Lendinara, compresa la festa della birra che si sta svolgendo in un ambiente privato all'aperto, ma piccolo rispetto alle centinaia di persone che accorrono ai concerti, rendendo impossibile il rispetto di alcune norme. 

L’appello di Denis Sambinello, rivolto pubblicamente al Segretario Comunale, pertanto è questo: si convochi con urgenza i capigruppo e il Presidente del Consiglio Comunale per ripristinare, fin da subito il prossimo Consiglio in presenza, offrendo così la possibilità di un vero confronto fatto di rapporti umani tra i Consiglieri guardandosi negli occhi. 

Ugo Mariano Brasioli

Articolo di Lunedì 26 Luglio 2021

Condividi ora la notizia con i tuoi amici

Oggi in Cronaca

La tua opinione conta!

Contribuisci alle discussioni quotidiane con gli altri utenti di RovigoOggi.it