Condividi la notizia

CSA ADRIA

L'avvocato dell'Ipab Danielato non ci sta: "La sentenza del Tar è palesemente un pareggio"

Dopo le dichiarazioni del presidente del Csa di Adria (Rovigo), Simone Mori, arriva la risposta di Alessandro Micucci, legale della struttura socio sanitaria di Cavarzere, che non è d'accordo

0
Succede a:
ADRIA (Rovigo) - "Non capisco i toni trionfalistici del presidente Simone Mori, visto che la sentenza del Tar ha palesemente decretato un pareggio tra le due strutture socio sanitarie di Adria e Cavarzere". Così l'avvocato Alessandro Micucci, che ha rappresentato l'Ipab Danielato di Cavarzere sulla vicenda che ha riguardato questa struttura e il Csa di Adria, dopo l'allontamento del direttore Mauro Badiale da parte di quest'ultimo (LEGGI ARTICOLO). 

Nella giornata di ieri 2 agosto era stato il presidente del Csa di Adria, Simone Mori, a dirsi pienamente soddisfatto di quanto deciso dal Tar (LEGGI ARTICOLO), ma per il legale della struttura socio sanitaria di Cavarzere non è così. 

"Il Tar ha accolto quanto richiesto da noi, ossia l'annullamento della delibera che andava a sospendere l'incarico del direttore Mauro Badiale, inoltre i danni richiesti dalla struttura sanitaria di Adria non saranno risarciti, in quanto non esistenti". 

"Continueremo la nostra azione cercando di far capire quelle che sono le nostre ragioni". 
Articolo di Martedì 3 Agosto 2021

Condividi ora la notizia con i tuoi amici

Oggi in Cronaca

La tua opinione conta!

Contribuisci alle discussioni quotidiane con gli altri utenti di RovigoOggi.it