Condividi la notizia

LUTTO

Cordoglio per la scomparsa del professor Giuseppe Amato

Il ricordo del Csv di Padova e Rovigo: “Abbiamo perso un amico, una persona straordinaria che ha lavorato per il territorio e per il prossimo con amore e devozione. Sarà impossibile dimenticare Giuseppe Amato”

0
Succede a:

ROVIGO – È con grande dolore e sincera commozione che il Centro Servizio Volontariato di Padova e Rovigo ha appreso la notizia della scomparsa del prof. Giuseppe Amato (LEGGI ARTICOLO), presidente dell’associazione San Vincenzo De Paoli di Rovigo. Originario di Carlentini (Sr) in Sicilia, Amato si era trasferito in Polesine per onorare il suo incarico di insegnante di matematica nelle scuole superiori del capoluogo e, in particolare, presso l’Istituto De Amicis. A Rovigo si è sempre distinto per il suo impegno sociale, spinto dalla sua fervente fede religiosa aveva creato “Porta Amica”, uno sportello gestito dall’associazione che presiedeva. Lì, chi ne aveva bisogno, trovava cibo e indumenti, un aiuto concreto e sincero per le famiglie in difficoltà economica. È stato fra i fondatori e gli animatori della mensa Ozanam, dell’A.Ge. Associazioni Genitori, di Scienza e Vita e dello stesso Centro servizi volontariato.

“Abbiamo perso un amico, una persona straordinaria che ha lavorato per il territorio e per il prossimo con amore e devozione. Sarà impossibile dimenticare Giuseppe, rimarrà nei nostri cuori e nei nostri ricordi. Il suo operato, frutto di una incrollabile fede, rimarrà per sempre un esempio virtuoso per la società ed il tessuto associativo della provincia di Rovigo. Lui non faceva differenze di alcun tipo. Pensava che chi si trovasse nella condizione di dover chiedere aiuto, andava aiutato. Lui e la San Vincenzo De Paoli lo facevano con passione, donando non solo generi di prima necessità, ma soprattutto amore”. Questo il commento commosso del vicepresidente del Csv di Padova e Rovigo Massimiliano Antonioli. Gli fa eco il tesoriere Lamberto Cavallari: “Giuseppe Amato è stato e rimarrà per sempre una figura emblematica del volontariato, dimostrando sino all’ultimo un granitico impegno per il prossimo. Rimarrà nei cuori di molti anche per la sua sensibilità, forse una delle sue caratteristiche che ci mancherà di più”.

Da parte di tutto il direttivo e del personale del Csv di Padova e Rovigo vanno le più sentite condoglianze alla famiglia, alla moglie Daniela, ai figli Marco, Cristina e Gianluca, ed agli adorati nipoti Giorgio, Lorenzo, Claudio e Valerio.

Articolo di Mercoledì 4 Agosto 2021

Condividi ora la notizia con i tuoi amici

Oggi in Cronaca

La tua opinione conta!

Contribuisci alle discussioni quotidiane con gli altri utenti di RovigoOggi.it