Condividi la notizia

LAVORI PUBBLICI

Gino Zatta presenta il progetto del nuovo ponte ciclopedonale sull’Adigetto

L’importo previsto è di quasi 100mila euro. Per il momento non partirà alcun cantiere, ma la stesura del progetto è comunque utile al comune di Lendinara (Rovigo) per accedere al contributo previsto a favore della sicurezza stradale

0
Succede a:

LENDINARA (Rovigo) – Beneficiando delle previsioni della Legge 55 del 2019 (la cosiddetta “sblocca cantieri”), che consente di dare corso alle attività di progettazione nelle more dell’erogazione delle risorse finalizzate alla realizzazione dell’intervento previsto, con la delibera 123 del 10 agosto, la Giunta comunale di Lendinara ha approvato il progetto esecutivo definitivo per la realizzazione di un nuovo ponte ciclopedonale sull’Adigetto.

Anche se per il momento non partirà alcun cantiere, la stesura del progetto è comunque utile per accedere al contributo previsto a favore della sicurezza stradale “…per la rete viaria comunale, funzionale a raggiungere siti a valenza paesaggistico-naturalistica, d’interesse storicoartistico, religioso e di valenza turistica”.

Il progetto è stato illustrato dall’assessore Gino Zatta e prevede la realizzazione di un ponte ciclopedonale in acciaio che permetterà un collegamento di facile percorribilità da parte dei pedoni e dei ciclisti in conformità alle normative per l'abbattimento delle barriere architettoniche come previsto dal DPR 380 del 2001. Il ponte scavalcherà l’Adigetto con una struttura ad arco per una lunghezza totale di quindici metri e una larghezza di tre. L’impalcato sarà costituito da una trave di acciaio a cassone rastremata verso il centro, di tipo “Corten” che, grazie alla composizione chimica e alle adeguate percentuali di cromo, rame e fosforo, offre una resistenza alla corrosione atmosferica da 4 a 8 volte superiore al comune acciaio. Le ali superiori e le anime del cassone saranno irrigidite da una serie di piatti trapezoidali provvisti di ali ad andamento parabolico. La struttura poggerà su due cordoli in cemento armato intestati su quattro micropali da 22 centimetri di diametro, ciascuno di 12 metri di profondità, armati con tubi di acciaio. Vista la particolare curvatura del ponte, la pendenza massima sarà inferiore al 6%, permettendo l'attraversamento anche da parte delle persone disabili.

Dopo il parere favorevole del Consorzio di Bonifica Adige Po, ora tutto è pronto per chiedere un contributo alla Regione Veneto. Parlando del progetto, il sindaco Luigi Viaro ha spiegato che la passerella sull’Adigetto all’altezza di San Biagio è propedeutica alla riorganizzazione del centro storico di Lendinara. L’idea è anche quella di eliminare le barriere architettoniche, che ora inevitabilmente si presentano alle persone con difficoltà di deambulazione quando vogliano andare in centro passando per il ponte di piazza o davanti all’ex ospedale per andare all’Utap.

Il manufatto valorizzerà anche la pista ciclabile Adige-Po nel tratto urbano di Riviera del Popolo, in corrispondenza di via Roma. L’importo previsto di quasi 100mila euro e sarà cofinanziato per il 31% dal Comune e per il 69%, cioè circa 69mila euro dalla Regione del Veneto.

Ugo Mariano Brasioli

Articolo di Giovedì 12 Agosto 2021

Condividi ora la notizia con i tuoi amici

Oggi in Cronaca

La tua opinione conta!

Contribuisci alle discussioni quotidiane con gli altri utenti di RovigoOggi.it