Condividi la notizia

LAVORI PUBBLICI

Il comune di Adria presenterà il progetto del parco fotovoltaico nell'area ex Adriatica

Un'idea ambiziosa per un zona che da anni ha bisogno di un chiaro intervento di rivitalizzazione proprio a ridosso dell'area industriale di Adria (Rovigo)

0
Succede a:
ADRIA (Rovigo) - Lunedì 6 settembre alle ore 18 sarà possibile partecipare alla videoconferenza di presentazione del progetto del parco fotovoltaico proposto nell’area ex Adriatica.

Per accedere e avere la possibilità di fare domande basta  cercare  il link sulla pagina del sito del Comune di Adria

“Dopo decine di anni in cui l’area interessata era abbandonata e in grave stato di degrado, senza alcuna progettualità concreta per questo sito produttivo privato, è stato presentato dalla ditta Juwi Development un progetto di parco fotovoltaico che prevede la demolizione dei fabbricati gravemente degradati e la bonifica  di circa 40 mila metri quadrati di coperture in amianto degli edifici presenti”. Spiega il sindaco Omar Barbierato.
 
“Il progetto prevede anche un bacino di laminazione, in un’area sensibile ai problemi idrogeologici”. Aggiunge l’assessore ai lavori pubblici Marco Terrentin.
 
“Come amministrazione abbiamo chiesto alla ditta interessata di realizzare a fianco dell’area un parco extra urbano che possa collegarsi con il parco di Corte Guazzo”. Informa l’assessore all’ambiente Matteo Stoppa.
 
“Intorno all’area di interesse si può programmare un percorso ciclabile che collega  artessura con il Parco di Corte Guazzo”. Commenta il consigliere Enrico Bonato.
 
“E’ d’interesse dell’amministrazione anche la palazzina in ingresso, su cui si può progettare interventi per il sociale e l’emergenza abitativa”. Sottolinea l’assessore Sandra Moda. Il progetto del parco fotovoltaico è attualmente  in Regione Veneto, per l’iter  procedurale previsto dalla normativa vigente.
Articolo di Domenica 29 Agosto 2021

Condividi ora la notizia con i tuoi amici

Oggi in Cronaca

La tua opinione conta!

Contribuisci alle discussioni quotidiane con gli altri utenti di RovigoOggi.it