Condividi la notizia

LUTTO

Giovedì l’ultimo saluto al piccolo Giacomo

Ispettori del Ministro Speranza in arrivo negli ospedali di Adria (Rovigo), Chioggia e Padova, per l’esito dell’autopsia bisognerà attendere almeno 8 settimane, a Taglio di Donada giovedì 2 settembre le esequie

0
Succede a:

PORTO VIRO (Rovigo) - Ora è il momento del dolore, tra circa 60 giorni si saprà cosa è realmente successo con l’esito dell’autopsia. Giovedì 2 settembre, alle 16, nella chiesa della frazione di Taglio di Donada a Porto Viro, verrà dato l’ultimo saluto al piccolo Giacomo Lionello, morto a soli 5 anni. Sarà lutto cittadino.

Gli ispettori della Regione Veneto hanno già acquisito alcuni elementi, gli ispettori sono giunti negli ospedali di Adria, Chioggia e Padova, la Procura ha già aperto un fascicolo, e tra mercoledì e giovedì si attendono anche gli ispettori inviati dal Ministro Speranza (LEGGI ARTICOLO).

I fatti. Nella mattinata di domenica 22 agosto la famiglia porta il piccolo Giacomo al pronto soccorso di Adria, presenta dei disturbi all’intestino, poco dopo viene dimesso con una diagnosi di gastroenterite.

Sembrava stare meglio, ma nel pomeriggio i sintomi ritornano, la famiglia lo porta all’Ospedale di Chioggia, dove è stato ricoverato in Pediatria per indagare su eventuali altre patologie in corso.

Dopo un primo miglioramento, all'una si è manifestato un primo improvviso arresto cardiaco. Ripreso dopo le manovre rianimatorie immediatamente effettuate dal personale, è stato deciso, per l'aggravarsi del quadro clinico, di attivarsi per il trasferimento alla Terapia intensiva di Padova, centro di riferimento per la rianimazione pediatrica.

Nel frattempo, all'ospedale di Chioggia, si sono manifestati altri due episodi di arresto cardiaco, sempre ripresi dopo le manovre rianimatorie.

Una vola stabilizzata la situazione il piccolo Giacomo è stato trasferito a Padova, ci è arrivato alle 3 di notte, poi un fulmineo peggioramento ed il decesso alle 7 di lunedì 23 agosto.

L’autopsia dovrà chiarire un aspetto, oltre alle cause della morte, che per le modalità sono riconducibili ad una patologia cardiaco. Il piccolo Giacomo poteva essere salvato con una diagnosi e cure tempestive?

 

 

 

Articolo di Martedì 31 Agosto 2021

Condividi ora la notizia con i tuoi amici

Oggi in Cronaca

La tua opinione conta!

Contribuisci alle discussioni quotidiane con gli altri utenti di RovigoOggi.it