Condividi la notizia

EVENTI

Inaugurata ufficialmente la 356° fiera di Lendinara [VIDEO]

Venerdì 3 settembre, presso il giardino di Villa Marchiori della Pioppa è stata ufficialmente inaugurata il 356° settembre Lendinarese (Rovigo)

0
Succede a:

LENDINARA (Rovigo) – Con il tradizionale taglio del nastro e la presentazione dell’immancabile numero unico, venerdì 3 settembre, presso il giardino di Villa Marchiori della Pioppa è stata ufficialmente inaugurata il 356° settembre Lendinarese.

Mentre lungo il viale del parco Sandra Ferrari, presidente dell’Aviscol guidava i convenuti alla scoperta dei segreti delle attività commerciali e il coro bandistico eseguiva l’inno nazionale, fra green pass e mascherine il sindaco Luigi Viaro, in gran spolvero accoglieva  i vertici provinciali e locali di Carabinieri, Polizia e Guardia di Finanza illustrando l’edizione 2021 della storica fiera che “…che sarà diffusa ma non col silenziatore”.

L’assessore alla cultura Francesca Zeggio ha introdotto la manifestazione e, dopo i saluti istituzionali, il Primo cittadino ha rivolto un sentito ringraziamento ai Volontari di Pro Loco, Protezione civile, Croce Rossa, ANC che si spendono per la città, con tono semiserio ha chiosato che quella di Lendinara “…è forse la fiera più importante del Polesine”, certamente fra le più antiche e prestigiose.  Dopo di Lui ha preso la parola, il Vice Prefetto Rosa Correale che ha elogiato la sinergia esistente fra la Prefettura e le Istituzioni, definendo Viaro “Una persona estremamente empatica”, con la quale è facile fare rete. Il Questore Raffaele Cavallo ha posto l’accento sulla presenza e l’impegno dello Stato nel territorio, per renderlo più vivibile. L’onorevole Piergiorgio Cortelazzo plaudendo gli Organizzatori che nonostante tutte le difficoltà sono riusciti a realizzare questa edizione, ha lanciato un appello affinché tutti si vaccinino “…perché non ci sono alternative per uscire da questo incubo pandemico”. A sua volta la consigliera regionale azzurra Elisa Venturini con i saluti della Regione ha spiegato le affinità esistenti fra il suo territorio di provenienza (la bassa padovana) ed il Polesine esprimendo, come socia di Pro Loco, la sua comprensione per l’impegno dei volontari che “…con amore, tanta passione e coraggio riescono a realizzare qualcosa di bello ed aggregante”.

Fra i presenti anche la presidente Tosca Sambinello, che ha menzionato il suffragio officiato in mattinata alla casa Albergo dal Vescovo Pierantonio Pavanello per le vittime del Covid.

Dopo che Sandra Ferrari ha ricordato l’impegno dell’Associazione Culturale Commercianti di Lendinara per una comunità che ha voglia di crescere, la conclusione è stata affidata al presidente di Pro Loco Lendinara. Claudio Martello non ha potuto che ringraziare i propri collaboratori che si dividono stoicamente fra gli eventi della fiera ed il centro vaccinale al palasport e, sollecitando un applauso per loro, ha concluso: “Senza di loro, stasera io non potrei essere qui a parlare”.

Il direttore della biblioteca civica Nicola Gasparetto, insieme a Massimo Ballarin che ha voluto sul palco la vedova di Alfredo Oronti, ha ricordato l’indimenticato “mago Aramis”, mentre Elena Fioravanti con garbo e scioltezza ha presentato i vari momenti dell’evento.

Al successo della serata hanno contribuito anche l’esibizione del mago Andrea Veronese e la magia musicale del duo pianoforte/flauto Patrizia Arduini e Valter Ciancaglia.

Ugo Mariano Brasioli

 

  

Articolo di Domenica 5 Settembre 2021

Condividi ora la notizia con i tuoi amici

Oggi in Cronaca

La tua opinione conta!

Contribuisci alle discussioni quotidiane con gli altri utenti di RovigoOggi.it