Condividi la notizia

COMUNE

Dopo quasi quindici anni di inattività la fontana riprende a zampillare

Accordo tra il comune di San Bellino e l'Istituto "Viola Marchesini" di Rovigo, alcuni alunni hanno potuto sperimentare uno stage formativo molto concreto collaborando per realizzare l'impianto elettrico e di illuminazione

0
Succede a:

SAN BELLINO (Rovigo) - L’Amministrazione Comunale di San Bellino sabato 4 settembre, all’interno della 6 edizione di “Cantiere Arte”, festival della creatività, dei beni culturali e dello spettacolo, inaugura con il taglio del nastro la fontana del paese.

Grazie ad un restauro realizzato con un approccio creativo e inclusivo, dopo quasi quindici anni di inattività, la fontana antistante le rinnovate scuole elementari del Paese riprende a zampillare.

La vera novità è un accordo tra il comune di San Bellino e l'Istituto "Viola Marchesini" di Rovigo, che comprende ben quattro indirizzi tecnico-professionali. Alcuni alunni hanno potuto sperimentare uno stage formativo molto concreto collaborando per realizzare l'impianto elettrico e di illuminazione della rinnovata fontana, con il coordinamento e la supervisione degli insegnanti del settore tecnico prof. Remo Marcomini e l’assistente tecnico Luciana Miazzi.

Per i futuri periti non si è trattato solo di un'esercitazione scolastica ma, la loro opera, il risultato del loro lavoro durante lo stage, rimarrà e potrà essere apprezzato da tutti. Un idraulico in pensione del paese, il signor Ranzani ha gratuitamente ripristinato parte dell'impianto idraulico che conduce alle vasche. Poi a coronamento, coordinati dal tecnico comunale Campion, la ditta specializzata Ghiotti e Prearo e la vetreria artistica Tomanin hanno provveduto, con maestranze interne, al restauro del manufatto, trasformandolo in una vera e propria opera artistica.

"Questa è la ricchezza relazionale - ha affermato il sindaco Aldo D’Achille - che si può respirare nelle piccole realtà e che deve essere sempre più valorizzata, quando ogni cittadino percepirà che la sua proprietà privata da tutelare, curare e valorizzare non è solo dentro la recinzione della propria casa ma in tutto territorio in cui vive...solo allora  la parola "senso civico" sarà qualcosa di concreto e duraturo”. Continua D’Achille nel suo discorso di inaugurazione: “Voglio esprimere pubblicamente oltre che da Sindaco, anche da insegnante, un sincero grazie alla dirigente scolastica professoressa Sgarbi per aver accolto la proposta di inviare dei giovani capaci e meritevoli a sostegno di questo progetto. Sono convinto, afferma il sindaco-insegnante, che la formazione dei giovani debba necessariamente includere la possibilità per loro di fare qualcosa per sentirsi realmente utili per qualcosa da costruire che duri nel tempo”. Ora un invito: “venite di sera a San Bellino per godere di questa opera realizzata grazie ad una volontà condivisa”.

 

 

Articolo di Domenica 5 Settembre 2021

Condividi ora la notizia con i tuoi amici

Oggi in Cronaca

La tua opinione conta!

Contribuisci alle discussioni quotidiane con gli altri utenti di RovigoOggi.it