Condividi la notizia

FIERA CASTELMASSA

Castelmassa: la fiera di San Martino in forse per colpa della pandemia

Situazione difficile per la fiera di San Martino a Castelmassa (Rovigo), che rimane una grande incognita per colpa del Covid-19

0
Succede a:
CASTELMASSA (Rovigo) - La 204a fiera nazionale di San Martino, programmata per i primi di novembre, è ancora in forse a causa della pandemia da Covid-19.

A breve il sindaco Luigi Petrella farà il punto della situazione insieme a giunta e maggioranza di centro-destra, poi verranno fatte le dovute scelte, come sempre non coinvolgendo la minoranza di centro-sinistra guidata da Franca Bernini. Appunto per questo abbiamo sentito Franca Bernini sulla San Martino.

"Bisognerà verificare come sarà la situazione pandemica, certo gli eventi si svolgono all'aperto. Dappertutto le sagre le hanno fatte, a Rovigo ci si sta pensando, sarebbe bello farla da noi dopo un anno di pausa, certo con tutte le cautele di legge".

L'anno scorso saltò la 203a edizione e il primo cittadino spiegò il tutto in un comunicato ufficiale. "Abbiamo cercato in questo ultimo mese - esordisce - di capire se si poteva realizzare un evento così importante in condizioni di totale sicurezza sia per i partecipanti che per gli esercenti locali. Lo studio condotto dai competenti uffici comunali, unitamente al nostro Rspp, aveva permesso di individuare i punti del percorso fieristico maggiormente a rischio, ciò insieme alle misure più idonee onde cercare di fronteggiare l'eventuale diffusione del virus causata, come ormai noto a livello mondiale, dalla libera circolazione di persone positive asintomatiche".

"Le risultanze del predetto studio - precisa - ci hanno permesso di comprendere che, a fronte di un significativo aumento, rispetto al passato, dei costi organizzativi, dovuti alle nuove misure anticovid, non si sarebbe potuto organizzare in condizioni di totale sicurezza un evento così importante e complesso come la fiera nazionale di San Martino. Tutto ciò risulta suffragato da un recente parere a firma del direttore generale dell'Uls 5 polesana Antonio Compostella richiesto espressamente da questa amministrazione comunale. In merito si devono assolutamente evitare assembramenti di persone che inevitabilmente si realizzerebbero durante un simile evento".

"Mi rendo perfettamente conto - sottolinea - dell'importanza della nostra fiera ultracentenaria a livello territoriale altopolesano e non. Io, però, a nome dell'amministrazione comunale che ho l'onore di rappresentare, non intendo assolutamente derogare dalle condizioni di assoluta sicurezza che in un momento come quello attuale ritengo del tutto imprescindibili e che, nel caso in cui l'evento fosse organizzato, non sarebbero per niente garantite".

"Chiedo ai miei concittadini - conclude - di portare avanti tutti insieme la battaglia contro questo virus che sta sconvolgendo la vita di tutti noi. Sono sicuro che lottando tutti insieme la vinceremo e che nel 2021 realizzeremo una splendida fiera di San Martino all'insegna della serenità e della voglia di stare insieme".
Articolo di Giovedì 9 Settembre 2021

Condividi ora la notizia con i tuoi amici

Oggi in Cronaca

La tua opinione conta!

Contribuisci alle discussioni quotidiane con gli altri utenti di RovigoOggi.it