Condividi la notizia

LAVORI PUBBLICI

Cantiere in piazza a Costa di Rovigo: "Nessuna magia, ma una buona amministrazione di chi è venuto prima"

La capogruppo di minoranza Moira Ferrari bacchetta il sindaco Gian Pietro Rizzatello che non ha ricordato come i lavori pubblici in partenza fossero già stati previsti dall'amministrazione guidata da Antonio Bombonato. "Sarebbe bastato accennarlo"

0
Succede a:
COSTA DI ROVIGO (Rovigo) - Dopo l'annuncio del sindaco Gian Pietro Rizzatello per l'avvio di lavori pubblici in centro a Costa per circa 1 milione di euro senza ricorrere a mutui (LEGGI ARTICOLO) la consigliera comunale Moira Ferrari, capogruppo della minoranza, interviene riprendendo lo "stile" del primo cittadino nella sua comunicazione ai cittadini.

"Per anni la Piazza di Costa è stata motivo di discussioni e di richieste di intervento per la sua sistemazione da parte dei cittadini e dei gruppi consiliari di minoranza. Tali interventi sono stati rimandati in attesa dell’iter giudiziario, ora concluso a favore dell’Ente, e della necessità di recuperare importanti somme - sottolinea la consigliera Ferrari - Tali somme, grazie agli accordi rispettati dai proprietari di Costa Sviluppo sono state recuperate, a meno di circa 50mila euro arrivati successivamente con finanziamento statale, al termine del mandato della precedente amministrazione. Visto che si era alle porte di elezioni amministrative, anche il progetto abbozzato era giusto che fosse reso definitivo dall’Amministrazione entrante. La pandemia da Covid ha poi investito tutto e tutti, rallentando ogni attività ordinaria della vita pubblica e privata. Il bilancio preventivo 2021 però aveva due priorità: la sistemazione della Piazza e la ristrutturazione della Caserma locale dei Carabinieri. Nella lettera del Sindaco non si fa cenno alla seconda, ma la prima è slittata in autunno con termine previsto entro Natale.

I tempi dell’iter burocratico di un lavoro pubblico rilevante come quello che interesserà la piazza sono purtroppo i tempi con cui un qualunque amministratore deve fare i conti. Forse le tempistiche andavano programmate un po' meglio, in modo da non arrivare alla realizzazione dei lavori in autunno, quando anche l’aspetto meteorologico potrebbe essere un ostacolo ulteriore al cronoprogramma previsto.
Ma che dire poi dell’efficientamento degli immobili comunali, della pubblica illuminazione o della posa della fibra ottica. Interventi positivi ma che, come per la Piazza, si cerca di intestarli a questa Amministrazione dimenticando deliberatamente che sono interventi resi possibili anche da chi ha governato prima.

Sarebbe bastato dirlo, magari accennarlo, senza provare a rimuovere chi ha amministrato prima
" conclude Moira Ferrari.
Articolo di Venerdì 10 Settembre 2021

Condividi ora la notizia con i tuoi amici

Oggi in Cronaca

La tua opinione conta!

Contribuisci alle discussioni quotidiane con gli altri utenti di RovigoOggi.it