Condividi la notizia

CALCIO

Giovani fischietti di Rovigo pronti a tornare in campo

Raduno precampionato allo stadio Gabrielli degli arbitri di calcio della Sezione di Rovigo, nei prossimi giorni in programma anche un incontro con le società polesane per un dialogo costruttivo

0
Succede a:
Luca Pastorello e Michele Ronca

ROVIGO - Raduno degli arbitri della Sezione Aia di Rovgo sabato 11 settembre, tanti giovani fischietti a cui il presidente Michele Ronca ha chiesto il massimo impegno. Teoria e test con quiz sul regolamento, che gli arbitri devono conoscere perfettamente per ottenere la fiducia di atleti, dirigenti ed allenatori. Sezione di Rovigo che sta vivendo un momento magico, ben due gli arbitri in Serie A, ovvero Mauro Galetto e Luigi Rossi.

Due i gruppi, prima i più giovani, poi quelli più esperti convocati nella Sezione di Rovigo “Sisinio Bassan”.

A salutare l’avvio della stagione il delegato provinciale della Figc di Rovigo, Luca Pastorello “Riprendiamo con le dovute cautele dopo un anno e mezzo problematico, un in bocca al lupo ai nuovi ragazzi, come delegazione di Rovigo abbiamo inviato tutti i calendari definitivi, il 19 partirà l’attività provinciale”.

La massima autorità federale provinciale si è raccomandata con i nuovi arbitri sull’invio puntale del rapporto di gara, per evitare spiacevoli inconvenienti “Cerchiamo di rispettare le tempistiche”. Comunicati Federali che puntualmente vengono pubblicati settimanalmente, ma spesso le società non li controllano, soprattutto i dirigenti, se squalificati non possono firmare le distinte.

“Pretendiamo rispetto, ma deve essere reciproco, per me l’arbitro è intoccabile - ha evidenziato Luca Pastorello - ognuno deve rispettare i propri ruoli. Siamo in perfetta sintonia tra Federazione e Sezioni Aia di Rovigo ed Adria”. E’ in programma un incontro con tutte le società polesane proprio con gli arbitri, per un dialogo costruttivo e l’analisi dei regolamenti, un confronto utile per tutti.

“Credo fortemente nell’appoggio della Federazione - ha commentato il presidente dell’Aia Rovigo, Michele Ronca - noi siamo una parte della Figc, e noi dobbiamo fornire un servizio, e quando ci lamentiamo che non siamo rispettati, chiediamoci il perchè. Se non ci alleniamo mai, e la domenica andiamo ad arbitrare, non posso pretendere il rispetto dalle società” ha detto ai nuovi fischietti della Sezione. Presidente che ha sottolineato l’importanza della conoscenza del regolamento, lo ha fatto con forza, perchè quello degli arbitri non è un ruolo facile. Buon campionato.

Giorgio Achilli

 

 

 

Articolo di Sabato 11 Settembre 2021

Condividi ora la notizia con i tuoi amici

Oggi in Sport

La tua opinione conta!

Contribuisci alle discussioni quotidiane con gli altri utenti di RovigoOggi.it