Condividi la notizia

VIABILITA' ADRIA

Stanno per iniziare le scuole e la viabilità tra Bergantino e Cerea rimane un problema d'affrontare

Decenni senza manutenzione in alcuni manufatti che collegano l'alto Polesine con la bassa veronese (Rovigo); una situazione che ha bisogno di chiarezza

0
Succede a:
BERGANTINO (Rovigo) - Difficoltosa da anni l'intensa circolazione anche pesante tra Alto Polesine e Bassa Veronese nell'attraversamento dei ponti sul Canalbianco e Menago. Ciò a causa dei sensi unici alternati installati per competenza dalla provincia di Verona su infrastrutture pericolanti e senza manutenzione da decenni: Menago (nei pressi della maxidiscarica di Torretta); Torretta di Legnago (due ponti); San Zeno in Valle (idem).

Il tutto ai confini burocratici tra i Comuni rodigini di Bergantino e Castelnovo Bariano (rive destre) e quelli scaligeri di Villa Bartolomea e Cerea in sinistra. Intanto non si sa quando inizieranno i lavori di manutenzione straordinaria.

Domenica mattina 11 settembre sui social era tutto un lamentarsi dia automobilisti per la pericolosa situazione del ponte sul Menago dopo la discarica in territorio di Cerea ai confini bergantinesi. Questo sulla provinciale che collega Bergantino (sino al Canalbianco di pertinenza della Provincia di Rovigo) a Cerea- Casaleone (i colleghi veronesi). Teniamo pure presente che da lunedì 13 settembre comincerà il traffico dei bus scolastici.

Presto detto. I due semafori sulle rampe prima del ponte non funzionano. Gli automobilisti passano anche veloci in A/R senza visibilità e fra poco ritorneranno le nebbie. Si aspetta l'incidente mortale per rimettere in funzione il doppio impianto semaforico che regola il senso unico alternato?
Articolo di Domenica 12 Settembre 2021

Condividi ora la notizia con i tuoi amici

Oggi in Cronaca

La tua opinione conta!

Contribuisci alle discussioni quotidiane con gli altri utenti di RovigoOggi.it