Condividi la notizia

URBANISTICA

Consumo di suolo: Mattia Milan (Lista Menon) chiede di ritornare in terza commissione per verificare la delibera adottata dal consiglio comunale di Rovigo

Il parere di Ance ritiene illegittima la clausola di compensazione per evitare di sprecare suolo agricolo inserita dal Comune di Rovigo dopo il ricalcolo degli ettari ancora edificabili da 110 a 36, che sono diventati quindi 84

0
Succede a:
ROVIGO - "Il tema del consumo di suolo rimane attuale anche a distanza di quasi più di un anno dalla bocciatura in aula della nostra mozione (LEGGI ARTICOLO), che sarebbe stata la scelta più importante per la Rovigo futura: dire subito zero alla trasformazione di altro suolo agricolo in edificabile" afferma Mattia Milan, capogruppo in consiglio comunale della lista Menon.

"La mozione nasceva in occasione di una scelta da parte di questa amministrazione di non accettare la diminuzione da 110 (previsti dal PAT vigente) a 36 ettari proposti dalla Regione e chiedendo piuttosto un ricalcolo al rialzo in 84. Per rimediare a tale scelta, in palese controtendenza rispetto a quanto sbandierato in campagna elettorale, l’amministrazione propose una sorta di “clausola di compensazione”, unica nel suo genere, per evitare di consumare altro suolo agricolo.

Oggi, a settembre 2021, il recente parere di Ance definisce illegittima la clausola di compensazione" afferma il capogruppo della lista Menon.

"Non solo - continua Milan - la ricerca di qualsivoglia meccanismo di compensazione ha determinato un ritardo nella presentazione della variante che ha avuto delle conseguenze. Il ritardo nella presentazione ha fatto venir meno un contributo regionale possibile per il Comune che sarebbe andato a finanziare la successiva redazione delle varianti di adeguamento alle previsioni in materia di crediti edilizi da rinaturalizzazione previste dall’art. 4, co. 2 della legge regionale n. 14/2019".

Per tutti questi motivi, Mattia Milan, insieme ai colleghi consiglieri Silvia Menon, Marco Bonvento e Damiano Sette, ritiene opportuno convocare la 3° commissione consiliare presieduta da Giorgia Businaro (Pd) (LEGGI ARTICOLO) al fine di approfondire le osservazioni avanzate dall’Ance e verificare la legittimità della clausola inserita che, qualora  si rivelasse illegittima, comporterebbe una piena disponibilità degli 84 ettari ricalcolati dal Comune.
Articolo di Lunedì 13 Settembre 2021

Condividi ora la notizia con i tuoi amici

Oggi in Cronaca

La tua opinione conta!

Contribuisci alle discussioni quotidiane con gli altri utenti di RovigoOggi.it