Condividi la notizia

TURISMO LENTO

Assonautica, la proposta bike and boat si allarga alla Sinistra Po

Sabato 11 settembre Assonautica Acque Interne Veneto ed Emilia ha organizzato un tour intermodale da Polesella a Bergantino (Rovigo), tanti gli amministratori presenti

0
Succede a:

POLESELLA - BERGANTINO (Rovigo) - Una giornata lungo la Sinistra Po dedicata agli amministratori locali. Sabato 11 settembre Assonautica Acque Interne Veneto ed Emilia ha organizzato un tour intermodale da Polesella a Bergantino.

Dopo l’imbarco ai 7 Moli, la barca con a bordo una nutrita delegazioni di sindaci, amministratori e loro delegati e a cui si è unita la consigliera regionale Laura Cestari che ha seguito l’intero percorso, ha fatto rotta direzione Stienta, dov’è stata accolta dal sindaco Enrico Ferrarese, dalla consigliera regionale Simona Bisaglia e dall’onorevole Antonietta Giacometti: all’attracco, i volontari della Pro Loco e dell’associazione Caligo hanno fatto una dimostrazione della tipica “pinza alla munara”, preparata secondo la ricetta tradizionale e offerta poi a tutti i presenti.

Quindi, tutti di nuovo a bordo verso Ficarolo-Salara dove il gruppo, atteso dai sindaci Fabio Pigaiani e Lucia Ghiotti, si è diviso: alcuni hanno proseguito in barca, altri invece in bici hanno imboccato la ciclabile Sinistra Po fino a Bergantino, dove il gruppo è stato accolto dal sindaco Lara Chiccoli nel bellissimo parco pubblico dove è stati poi offerto il  pranzo al sacco preparato dall’associazione Liberi di Fare.

Dopo il ristoro, visita al Museo Nazionale della Giostra e dello Spettacolo Popolare, riconsegna delle bici e rientro in barca verso Occhiobello per un aperitivo all’attracco Vogatori, attesi dal presidente del Gal Delta Po Sandro Trombella e dal direttore Stefano Fracasso, con breve dibattito e considerazioni finali sul futuro dei percorsi e dell’offerta bike and boat per lo sviluppo turistico del Polesine.

Durante la navigazione il professor Marco Chinaglia ha illustrato alcuni episodi della storia del Po tra cui la celebre “battaglia del sale” in collaborazione con l’architetto Daniele Milan che ha proposto invece un focus sui tesori del Polesine lungo la Transpadana, da Polesella a Bergantino. Hanno preso parte alla giornata rappresentanti dei Comuni di Polesella, Stienta, Occhiobello, Bergantino, Calto, Salara, Ficarolo e Gaiba unitamente a una delegazione di Fiab Rovigo e alla rappresentante della Provincia di Rovigo nel Comitato esecutivo di Assonautica. Apprezzamento e sostegno all’iniziativa era arrivato comunque anche dai Comuni di Trecenta, Castelmassa, Castelnuovo Bariano, Melara e Guarda Veneta, nell’occasione assenti per altri impegni.

“‘Visitiamo il museo diffuso dell’acqua - così la presidente di Assonautica Acque Interne Veneto ed Emilia Alba Rosito -, progetti avviati sul Canalbianco da Assonautica in collaborazione con Provincia, Fiab e Cpssae e sostenuto dalla Camera di Commercio Venezia-Rovigo, ora sbarca anche sul Po. Siamo soddisfatti dell’assunzione di impegno che abbiamo registrato oggi e che segue la volontà espressa dagli amministratori nell’incontro organizzato in maggio a Gaiba, nel solco di quel protocollo Lover (Lombardia-Veneto-Emilia Romagna) siglato dagli assessori al Turismo di Veneto ed Emilia-Romagna e dal Presidente di Regione Lombardia nel 2018. Alla luce della disponibilità a condividere una progettualità lungo il ‘Grande Fiume’ - conclude - come avvenuto già sul Canalbianco, ipotizziamo quindi di lanciare almeno tre itinerari sperimentali già da primavera 2022 sempre in collaborazione con Provincia, Fiab e Cpssae”.

Articolo di Martedì 14 Settembre 2021

Condividi ora la notizia con i tuoi amici

Oggi in Cronaca

La tua opinione conta!

Contribuisci alle discussioni quotidiane con gli altri utenti di RovigoOggi.it