Condividi la notizia

EDILIZIA PUBBLICA

Sei nuovi alloggi Ater per altrettante famiglie

Pubblicato il bando di concorso nel comune di Badia Polesine (Rovigo) per sei alloggi in regime di Erp suddivisi in una casa bifamiliare ed in una quadrifamiliare, i cui spazi si dividono tra piano terra e primo piano.

0
Succede a:
Valeria Targa

BADIA POLESINE (Rovigo) – L’assessore Valeria Targa, fa sapere che è stato pubblicato il bando di concorso, a firma di Guglielmo Ferrarese, per l'assegnazione in locazione di sei alloggi in regime di Erp (Edilizia Residenziale Pubblica) a “locazione permanente” ubicati in via Fadin - via Capuzzo a Badia Polesine, nella zona residenziale dell’ex Fadi.

“Complessivamente - spiega l’assessore - si tratta di sei alloggi suddivisi in una casa bifamiliare ed in una quadrifamiliare, i cui spazi si dividono tra piano terra e primo piano. Al piano terra di ciascuna abitazione ci sono infatti soggiorno, cucina, bagno, garage e portico, mentre al primo piano si trovano una stanza da letto matrimoniale, due singole, un ulteriore bagno, un locale ripostiglio e la terrazza”. Tutte le soluzioni sono poi completate da un’area esclusiva ed hanno una superficie complessiva che va dai 113 ai 130 metri quadrati circa. secondo la soluzione il canone d’affitto fa da 450 euro a 490 euro.


Le domande dovranno pervenire all'Ater di Rovigo entro e non oltre le 12 del prossimo 15 ottobre avvalendosi “esclusivamente” dei moduli predisposti, con lettera raccomandata AR (fa fede la data del timbro postale).

L’assessore ringrazia l’Ater Rovigo per aver completato i lavori di costruzione consentendo la messa a disposizione di unità abitative nuove, ampie e confortevoli per accogliere nuove famiglie sul territorio comunale.

Tra i requisiti per la partecipazione al bando, reperibili in forma integrale sul sito internet del Comune di Badia, c’è quello di non essere titolari di diritti di proprietà, usufrutto, uso ed abitazione su immobili adeguati alle esigenze del nucleo familiare ubicati nella provincia di Rovigo. Il richiedente non dovrà essere o essere stato soggetto a provvedimenti di sfratto per inadempienza contrattuale o morosità, mentre la fascia Isee in cui il nucleo familiare dovrà rientrare è quella compresa tra i 20mila e i 65mila euro.
Le domande presentate saranno esaminate da una commissione nominata dal Consiglio dell’Ater, che procederà alla formazione delle graduatorie. Nell’attribuzione dei punteggi verranno presi in considerazione diversi aspetti: ad esempio, sarà data priorità alle giovani coppie, a coloro i quali risiedono o lavorano a Badia da almeno 4 anni ininterrotti e ai nuclei familiari che presentano più persone di età superiore ai 60 anni. A parità di punteggio sarà data precedenza alla data di presentazione della domanda. In caso di ulteriore parità, per sorteggio.

Ugo Mariano Brasioli

Articolo di Venerdì 17 Settembre 2021

Condividi ora la notizia con i tuoi amici

Oggi in Cronaca

La tua opinione conta!

Contribuisci alle discussioni quotidiane con gli altri utenti di RovigoOggi.it