Condividi la notizia

CULTURA

Grande successo a Rovigo per il 15° concerto lirico

Applausi per l’Orchestra dell’Accademia, diretta dal Maestro Andrea Moro, ed autentiche ovazioni dal numeroso pubblico presente per i tre interpreti

0
Succede a:

ROVIGO - Sabato 18 settembre scorso, presso la Chiesa di San Francesco a Rovigo si è svolta la 15^ edizione del tradizionale Concerto Lirico, promosso dalla Accademia Veneta dello Spettacolo con il suo presidente Marco Di Lello ed il direttore artistico Diego Rizzieri, in collaborazione con il Circolo di Rovigo.

Il Presidente del Circolo Paolo Avezzù, nei saluti iniziali, ha omaggiato con una targa il prof. Onofrio Donzelli, primo Presidente del Circolo di Rovigo, in occasione del 20° anniversario dalla sua costituzione, ritirata dalla moglie professoressa Elena Lattanzio. Grande successo per l’Orchestra dell’Accademia, diretta dal Maestro Andrea Moro, ed autentiche ovazioni dal numeroso pubblico presente per i tre interpreti: il baritono rodigino Andrea Zese, una garanzia con la sua voce calda ed omogenea, il tenore Alessandro Goldoni, alla sua quarta presenza a Rovigo dalla voce “alla Pavarotti”, entusiasmando letteralmente il pubblico con una magistrale interpretazione di “Nessun dorma” ed infine la vera sorpresa, ovviamente positiva, della serata, il soprano Valentina Corò, una giovane di 26 anni, con alle spalle già importanti successi, che con voce sicura ha incantato il pubblico di Rovigo. Splendida madrina della serata la presentatrice Annachiara Vitaliani, che ha ammaliato con le sue note ed aneddoti a commento delle singole opere.

Presente al concerto, per il Comune di Rovigo che aveva dato il Patrocinio all’iniziativa, l’Assessore Andrea Pavanello, che ha elogiato la vivacità dell’associazionismo a Rovigo.

In conclusione i saluti finali dei due presidenti, Marco Di Lello e Paolo Avezzù: quest’ultimo ha ringraziato l’Accademia “per lo splendido regalo di compleanno del Circolo”, ricordando che realtà come l’Accademia Veneta e le tante associazioni di base che operano a Rovigo sono un patrimonio non di pochi, ma di tutta la città “che con loro, come questa sera, gioisce, si commuove e si emoziona: è questa la Rovigo che vogliamo”.

Articolo di Domenica 19 Settembre 2021

Condividi ora la notizia con i tuoi amici

Oggi in Spettacoli e Cultura

La tua opinione conta!

Contribuisci alle discussioni quotidiane con gli altri utenti di RovigoOggi.it