Condividi la notizia

URBANISTICA ROVIGO

Ance al fianco del Comune di Rovigo sul consumo di suolo

"Limiti da correggere, dicotomie contrastanti, ma massima collaborazione senza polemiche" annunciano in terza commissione i vertici dell'associazione dei costruttori di Rovigo e del Veneto, con Confindustria al loro fianco

0
Succede a:
ROVIGO - Dopo l'accusa all'operato dell'amministrazione comunale di Rovigo in materia di urbanistica relativa alla superficie potenzialmente ancora edificabile da prevedere nel Pat, ad oggi ricalcolati ad 84 ettari, lanciata dal capogruppo della lista Menon (LEGGI ARTICOLO), la terza commissione consiliare presieduta da Giorgia Businaro si è riunita per l'autoconvocazione richiesta dallo stesso Milan e dai colleghi consiglieri Leonardo Rizzato (Lega) e Mattia Maniezzo (Italexit).

In una riunione aperta ad Ance in primis, con la presenza del presidente della sezione di Rovigo Alex Saggia e del direttore di Confindustria Massimo Barbin, ma anche agli ordini professionali di ingegneri, geometri, architetti, si è affrontata la questione dei rilievi mossi dall'associazione dei costruttori alla "clausola di compensazione" inserita dall'amministrazione comunale per evitare di consumare altro suolo agricolo rispettto al residuo originariamente previsto dalla Regione Veneto di 36 ettari.

"Ance ha risposto entro i termini indicati dall'amministrazione comunale per le osservazioni: il 9 marzo - sottolinea Paolo Ghiotti, presidente di Ance Veneto - non so per quale motivo le osservazioni della nostra associazione ottengano attenzione solo in questo particolare momento, non voglio entrare in merito ai ragionamenti sulle priorità della pubblica amministrazione, mi basta la voglia di ascoltare e correggere, laddove si ritiene di farlo, tenendo conto dei consigli ricevuti".

Senza polemica alcuna, Ghiotti ricorda come Ance non sia a favore dell'immediato consumo di suolo zero in quanto strade, ferrovie, ospedali, scuole, ed altre strutture pubbliche "consumano" in genere oltre il 50% del terreno disponibile, ma "se c'è qualche situazione contrastante da correggere, qualche dicotomia da risolvere Ance è al fianco delle amministrazioni perchè il territorio non è di una parte politica, ma di tutti i cittadini".

Il presidente rodigino Alex Saggia ha esternato la massima disponibilità dell'associazione ad evidenziare limiti e difetti per raggiungere ad una delibera non contestabile, dal punto di vista squisitamente tecnico e giuridico con al fianco la struttura confindustriale diretta da Massimo Barbin.

Se l'inesattezza può capitare, purchè venga risolta, l'auspicio è che si risolvano anche i tempi di risposta del settore urbanistico visto che, alla tempestività delle preziose osservazioni ricevute, l'amministrazione comunale se ne interessa "con comodo".
Articolo di Lunedì 20 Settembre 2021

Condividi ora la notizia con i tuoi amici

Oggi in Cronaca

La tua opinione conta!

Contribuisci alle discussioni quotidiane con gli altri utenti di RovigoOggi.it