Condividi la notizia

RISPARMIO

La spesa più conveniente d'Italia si fa in provincia di Rovigo

Pubblicata l'ultima inchiesta di Altroconsumo sulla spesa: 1700 euro risparmiati sulla spesa ogni anno per chi abita in provincia di Rovigo

0
Succede a:
ROVIGO - La spesa più conveniente d'Italia si fa in un negozio della provincia di Rovigo, nella località veneta è possibile infatti un risparmio fino a 1.720 euro all'anno, purché si scelga il supermercato più conveniente del territorio (Iper Rossetto) e la catena di discount più economica (Aldi). E' quanto emerge dall'inchiesta annuale di Altroconsumo che individua le insegne più convenienti in Italia e a identifica i punti vendita più economici nelle diverse città.
In seconda e terza posizione è l'Emilia-Romagna: a Reggio Emilia e Modena si può arrivare a risparmiare fino a 1.523 euro, a Ravenna fino a 1.400 euro (al pari con Brescia).

L’indagine di Altroconsumo è stata effettuata analizzando 125 categorie di prodotti (le più comunemente acquistate secondo i dati Istat) acquistate in 70 città, presso 1.148 negozi. I prezzi, promozioni incluse, sono poi stati registrati ed elaborati con indici di competitività in base cento per essere inseriti in classifica. Dall'analisi si conferma che anche quest'anno il Triveneto è fra le zone della penisola in cui si trovano i negozi più economici, con 20 punti vendita nelle prime 30 posizioni. Netta la differenza con le città del Centro-sud dove il risparmio, scegliendo il supermercato più economico, è pari al 2% (contro il 20% di Rovigo), circa 100 euro all'anno: si tratta di Potenza, Pesaro, Pistoia, Sassari, Reggio Calabria, Foggia, tutte località in cui c'è poca concorrenza.

I punti vendita più convenienti sono ancora quelli Rossetto, Eurospin è il discount più conveniente per la spesa mista, Aldi per quella economica, mentre gli store più costosi sono due Sigma a Bologna e Ravenna, tre Elite e Doc nella capitale e un Unes situato a Pavia: qui si registra un aumento di prezzo del 33%, rispetto al più conveniente in Italia. Lo studio ha anche sottolineato un deciso aumento dei prezzi di farina e passata di pomodoro, aumentati rispettivamente del 27% e del 22% se confrontati con i numeri di due anni fa, prima della pandemia. Altroconsumo segnala che la spesa è una delle voci di costo che impatta maggiormente sui portafogli degli italiani, con una media di 6.853 euro all'anno, secondo i dati Istat 2020.

 
Articolo di Martedì 21 Settembre 2021

Condividi ora la notizia con i tuoi amici

Oggi in Cronaca

La tua opinione conta!

Contribuisci alle discussioni quotidiane con gli altri utenti di RovigoOggi.it