Condividi la notizia

CALCIO GIOVANILE

Continua il progetto tecnico ambizioso dell'Union River

Tanti mister confermati per la nuova stagione e tante idee per l'inizio dei prossimi campionati con preparatori di prima qualità sui campi di Gavello (Rovigo)

0
Succede a:
GAVELLO (Rovigo) - Il progetto dell'Union River è nato in uno dei momenti più bui della pandemia, abbiamo cercato opportunità quando il mondo, paralizzato dal Covid-19, stava rallentando ogni suo processo. Sono le parole del vicepresidente della società Union River, Emanuele Destro che ci presenta l’area tecnica dellastagione 2021-2022 e i progetti legati alla stessa.

L'allenamento della tecnica rappresenta la base di tutti gli sport, in quanto su di essa si realizza una solida preparazione fisica, frutto di un corretto stile d'esecuzione delle singole movenze, sia esse nell'ambito di un esercizio di condizionamento o di un esercizio stilistico.

Con il termine tecnica, nello sport ci si riferisce ad un insieme di schemi motori utilizzati per la risoluzione di un compito sportivo, nel modo più razionale ed economico possibile, quindi la tecnica di una disciplina corrisponde ad un tipo ideale di movimento che, però, mantenendo gli indici caratteristici del movimento stesso può essere soggetto a cambiamenti, adattati alle particolarità individuali di chi lo esegue e che ne determina la personalizzazione della tecnica individuale.

Risorse umane, competenza, professionalità e servizio, sono le parole chiave che valorizzano il progetto tecnico. Gemellaggio con la società professionistica del L.R. Vicenza
in un percorso quadriennale dove formazione tecnica e dirigenziale, abbinata a esperienza e scambi di vedute, sarà elemento veicolante per la crescita societaria. Il confronto all’interno del rettangolo di gioco che porti ad ampliare il bagaglio culturale e a uscire dalle zone di confort farà sicuramente la differenza in ogni settore.

La collaborazione di mister Marco Montresor, tecnico scaligero con esperienze in società professionistiche quali Lazio, Ternana, Mantova e Valencia, punta a creare un’unica metodologia di lavoro trasversale per tutta la filiera abbinata alla costruzione e al perfezionamento della tecnica individuale.

La presenza dell’Accademia dei Portieri, che partirà nel mese di novembre grazie alla collaborazione di tecnici esperti del settore, quali mister Pasqualino Peluso, sarà aperta agli atleti di qualsiasi società del territorio e accrescerà di certo la preparazione e il perfezionamento dei nostri numeri uno. E poi le risorse umane della società, educatori e allenatori, il valore aggiunto che lavora in prima linea per creare qualità.

Nella categoria Juniores è stato riconfermato per l’ottimo lavoro Lorenzo Ciasullo, gli allievi U17 sono stati affidati ad Alessandro Uncini, le due squadre giovanissimi U15 e U14
saranno guidate rispettivamente da Nicola Fredini e Giancarlo Miotti.

L’attività di base coordinata da Natalino Trione si presenta al via con due squadre esordienti, due pulcini, primi calci e piccoli amici. Gli educatori coinvolti sono: Emanuele Zanaga, Francesco De Giuli, Massimiliano Baroni, Michele Secchieri, Salvatore Di Caprio, Federico Marangoni, Andrea Nardin, Giulia Bedendo, Maurizio Stagni e Giancarlo Biasiolo oltre ai nostri “esperti” tra i pali Paolo Milani e Francesco Conte.

La preparazione atletica e motoria è stata affidata alla dottoressa Enrica Chinaglia. La società ha presentato alla F.I.G.C. la domanda per il riconoscimento di “Scuola Calcio”.
Articolo di Sabato 25 Settembre 2021

Condividi ora la notizia con i tuoi amici

Oggi in Sport

La tua opinione conta!

Contribuisci alle discussioni quotidiane con gli altri utenti di RovigoOggi.it