Condividi la notizia

TAGLIO DEL NASTRO

Inuagurata la casa della Protezione Civile di Villanova del Ghebbo [VIDEO]

Grande festa per la comunità e per il distretto Ro5 il 25 settembre a Villanova del Ghebbo. Momento di cerimonia dedicato anche ai caduti per Covid 19

0
Succede a:
VILLANOVA DEL GHEBBO (ROVIGO) - Grande festa a Villanova del Ghebbo per l'inaugurazione della sede della Protezione civile. Sabato 25 settembre alle ore 17.30 in via canton interno 3 il gruppo comunale locale insieme agli gruppi comunali ed ai rappresentanti del distretto Ro5 e della Provincia di Rovigo ha inaugurato la propria sede operativa concessa in uso dal comune di Villanova del Ghebbo.



E' stato un momento di grande emozione, suggellato dalla presenza di Rosa Correale vicario del prefetto, da Monica Gambardella capo servizio della Protezione Civile provinciale, Flavio RIzzi coordinatore di Lendinara.
"Tutti i volontari della protezione civile - ha detto il sindaco Gilberto Desiati dopo il taglio del nastro - sono attivi da 18 mesi, senza sosta alcuna, in ausilio della cittadinanza. Sono stati momenti drammatici, difficili e tesi. La coesione del gruppo, l'efficace  coordinamento provinciale, distrettuale e comunale e la collaborazione della cittadinanza hanno permesso di raggiungere l'obbiettivo di isolare il virus per non essere più isolati".


I servizi dei volontari di protezione Civile del gruppo comunale di Villanova del Ghebbo coordinati dalla dottoressa Cristina Dal Martello sono stati i più svariati: informazione alla popolazione, servizio di contatto con gli anziani soli in casa, consegna farmaci e medicinali, consegna dei libri della biblioteca a domicilio, consegna dei buoni spesa, presidio dei punti comunali per il tampone rivolto alle scuole,  presidio presso la cittadella di Rovigo e presso il centro vaccinale di Lendinara. "Con il gioco di squadra e la reciproca fiducia tutto è stato svolto al meglio" ha spiegato Dal Martello.

"Essenziale per la vita comunitaria - ha specificato Gambardella - è stato il supporto fornito dal gruppo di Villanova del Ghebbo e da tutti i gruppi di protezione civile impegnati". Toccante anche la testimonianza di Correale, "Sono in servizio qui a Rovigo dal 10 maggio scorso e il clou della pandemia l'ho vissuto a Reggio Emilia. Posso dire senza ombra di dubbio che senza la Protezione Civile, senza il lavoro e il cuore di questa associazione civile che rappresenta il bene dell'Italia, forse non avremmo superato in questo modo quanto è accaduto".

Prima dell'inaugurazione della sede  c'è stato un momento di raccoglimento per ricordare le vittime del Covid 19 al monumento dei caduti.
Al termine si è festeggiata la nuova sede con un rinfresco organizzato dall'osteria della Gioia.
Articolo di Domenica 26 Settembre 2021

Condividi ora la notizia con i tuoi amici

Oggi in Cronaca

La tua opinione conta!

Contribuisci alle discussioni quotidiane con gli altri utenti di RovigoOggi.it