Condividi la notizia

APERTA FINO AL 28 OTTOBRE 2021

Biennale d'Arte contemporanea in Veneto al taglio del nastro in Villa Badoer

Alle 18 di sabato 2 ottobre l'inaugurazione dell'esposizione di mostre personali e collettiva sui diversi piani della villa palladiana di Fratta Polesine. Giammarco Puntelli direttore artistico, Art Project organizzazione

0
Succede a:
FRATTA POLESINE (ROVIGO) - Rullo di tamburi per la la Biennale d'arte contemporanea in Veneto, giunta ormai alla quarta edizione e curata dal direttore artistico Giammarco Puntelli.
Il 2 ottobre alle 18 l’inaugurazione a Fratta Polesine nella splendida Villa Badoer, una delle ville palladiane più belle, dell’edizione 2021, un palcoscenico condiviso in passato da alcune delle più autorevoli firme dell’arte contemporanea come Giampaolo Talani, Alfonso Borghi, Mauro Capitani, Giuliano Grittini, Sergio Scatizzi, Patrizio Oca e Claudio Fezza. Anche quest’anno artisti di livello internazionale sia fra le personali che nella collettiva come Luigi Calligani, Alessandro Grazi, Serafino Valle, Doriano Tosarelli, Valentina Maniezzo, Emanuela De Franceschi.
"Si dimostra quindi un appuntamento consolidato sia per il territorio che per gli artisti che vi partecipano - afferma Claudio Biondani, organizzatore di Art Project -. L'idea parte da un progetto del prof. Puntelli, organizzatore e curatore di mostre a livello internazionale, in collaborazione con Art Project. 
Lo scopo che ci prefiggiamo è sia di creare un evento a livello nazionale in grado di promuovere l'interesse per le bellezze dell'architettura veneta, sia più in generale per alimentare il turismo polesano di qualità. La partecipazione degli artisti da tutta Italia è un'occasione di mostrare l'arte in tutte le sue forme, pittura, scultura, fotografia, e legare tutto questo al Polesine".

D'altro canto Puntelli sottolinea come la "manifestazione sia di grande successo ed eleganza, per me è un piacere esserne direttore artistico".

"L'avvento del covid ha ostacolano non poco il progetto - spiega ancora Biondani - sia per la titubanza degli artisti, sia per adempiere  a tutte le prescrizioni, ma a quanto pare ci siamo riusciti lo stesso". 
I cittadini  di Fratta Polesine, ormai  affezionati  alla cadenza  dell' evento, consapevoli che questo porterà qualche vantaggio alla città ci attendono con immutato affetto.
Pitture, installazioni, sculture collocate al piano terra, nelle cantine e al piano nobile rimarranno esposte fino al 28 ottobre. RovigoOggi.it seguirà l'evento con la diretta Facebook.
Articolo di Mercoledì 29 Settembre 2021

Condividi ora la notizia con i tuoi amici

Oggi in Spettacoli e Cultura

La tua opinione conta!

Contribuisci alle discussioni quotidiane con gli altri utenti di RovigoOggi.it