Condividi la notizia

INIZIATIVE

L’obiettivo è di sensibilizzare le famiglie a mettere in discussione i propri stili di vita

In ottobre, Acat Polesine Occidentale organizza a Lendinara (Rovigo) un corso col metodo Hudolin

0
Succede a:

LENDINARA (Rovigo) - L’assessore ai servizi sociali Franco Fioravanti e il presidente di Acat Polesine Occidentale Claudio Silvestrini, comunicano che dal 18 al 23 ottobre 2021 si svolgerà a Lendinara, nel Centro Convegni dell’ex Pescheria, un “Corso di sensibilizzazione all’Approccio Ecologico-Sociale (metodo Hudolin) – Stili di vita, comportamenti a rischio per la salute della famiglia, promozione del benessere nella comunità”.

In sintesi si tratta della cornice aperta ai cambiamenti entro la quale si applica il metodo Hudolin (dal nome di Vladimir Hudolin un neurologo, psichiatra e docente universitario jugoslavo esperto mondiale sui problemi alcolcorrelati), che stabilisce la centralità dell'essere umano, nella sua complessità e nella sua rete inesauribile di relazioni. I Club degli Alcolisti in Trattamento, attivi sin dagli anni ’70, possano costituire “un’ancora” per le famiglie tormentate dall’alcol, partendo però dal presupposto che l’alcolismo non è una malattia, tantomeno un vizio ma uno “stile di vita”, nato e maturato all’interno del proprio sistema socioculturale. Il focus di intervento nel trattamento diviene dunque la comunità nella quale l’uomo cresce, vive, lavora; quindi non un approccio individuale ma sistemico rivolto al cambiamento culturale, sociale e sociosanitario della comunità stessa, a partire dalla famiglia.

I Club sono piccole comunità multifamiliari (da 2 a 12 famiglie) collocate sul territorio, al di fuori dei servizi sanitari di riferimento. Sono indipendenti e vivono autonomamente, sebbene in auspicabile e costante rapporto di collaborazione e dialogo con Servizi, Istituzioni e con la comunità tutta.

Il Corso previsto s’inserisce in una serie d’incontri di formazione ed altre attività previste nel progetto di rete “Famiglie al passo” nell’ambito del piano triennale per le Dipendenze 2020-2022 dell’Ulss 5, Dipartimento delle Dipendenze – Area Famiglie. L’obiettivo è di sensibilizzare le persone e soprattutto le famiglie a mettere in discussione i propri stili di vita e vuole proporre ai corsisti, indipendentemente dalla posizione sociale e professionale, di operare come promotori di benessere nella comunità secondo l’Approccio Ecologico Sociale attivandosi nei programmi territoriali dell’Acat.

Il sindaco Luigi Viaro rileva come, ancora una volta, “…il comune di Lendinara sia attento ai molti temi che ruotano attorno alla comunità, anche se non sempre evidenti”. Il Sindaco sottolinea come l’operato silenzioso di molte persone sia una risorsa preziosa e necessaria per la città, dove esistono gli stessi problemi che la velocità dei cambiamenti sociali comporta, ma con la fortuna di avere volontari che con umanità cercano la collaborazione istituzionale del Comune  e dell’Ulss. “Vuol dire che si cerca di creare una rete problem solving per non lasciare in solitudine chi non saprebbe nemmeno che campanello suonare” conclude Viaro.

Anche l’assessore Fioravanti si unisce al ringraziamento dovuto ai volontari dell’associazione per la qualità del corso e dei relatori.

Per saperne di più e per ricevere il materiale necessario all’iscrizione completamente gratuita Acat Polesine Occidentale   acatpolocc@gmail.com, oppure Claudio 3356048330 o, attraverso mail cl.silvestrini@gmail.com o ancora contattando Marina al 3495380566.

Ugo Mariano Brasioli

Articolo di Giovedì 30 Settembre 2021

Condividi ora la notizia con i tuoi amici

Oggi in Cronaca

La tua opinione conta!

Contribuisci alle discussioni quotidiane con gli altri utenti di RovigoOggi.it