Condividi la notizia

SANITA’

Un ambiente protetto a misura d’ospite

Il centro servizi “La Quiete” di Fiesso Umbertiano (Rovigo) continua la sua riqualificazione con il progetto di una Rsa per persone disabili

0
Succede a:

FIESSO UMBERTIANO (Rovigo) - Mercoledì 29 settembre, la San Tiziano Coop Sociale, che gestisce il centro servizi per persone non autosufficienti “La Quiete”, ha inoltrato richiesta di autorizzazione al funzionamento per una Rsa per persone disabili, che sarà ubicata nella primaria struttura della Quiete.

Questa richiesta, è stata fatta in base all’inserimento di questo progetto nel piano di zona dell’azienda Ulss 5 Polesana, sua ripianificazione del 2019, che assegna 20 posti di residenzialità per persone disabili alla Quiete di Fiesso Umbertiano.

Il progetto di Rsa rivolto ai disabili è stato proposto all’azienda Ulss 5 Polesana dall’allora Assessore Luigia Modonesi, per offrire assistenza alle diverse persone disabili che risiedono nella nostra provincia e per rispondere alle necessità delle loro famiglie.

La Rsa per persone disabili che sorgerà a Fiesso risponderà a tutti i requisiti che la legge 22 regionale richiede: è sita in zona urbana, all’interno di un parco con alberi ad alto fusto di circa 3000mq, è ubicata a poca distanza dal centro storico del Comune di Fiesso Umbertiano, è facilmente raggiungibile, esclusa dal grande traffico e con possibilità di accedere a tutti i servizi esterni.

"La Rsa progettata, è stata oggetto di diversi interventi strutturali, è priva di barriere architettoniche, è organizzata in un unico fabbricato che si articola su due piani, in piena integrazione e sinergia sia strutturale che gestionale con il Centro Servizi “La Quiete” organizzato per accogliere “Anziani non autosufficienti” in regime di accreditamento istituzionale, con una capacità ricettiva di 50 posti letto.
I piani sono serviti da 1 ascensore e, vista l’integrazione con il nucleo della Quiete, di un montalettighe, che facilitano la movimentazione degli Ospiti. Tutta la struttura presenta caratteristiche di Rsa  per persone disabili per un totale di 20 posti letto" afferma Salvatore Strano, il presidente della Cooperativa sociale San Tiziano.

"L’Rsa per disabili vedrà applicate diverse procedure gestionali che avranno come finalità l’obiettivo di favorire il benessere dell’Ospite attraverso la valorizzazione delle sue capacità residue. Agli ospiti verrà garantito il servizio medico, infermieristico, psicologico, riabilitativo, d’animazione con eventuale terapia occupazionale, logopedico, assistenza sociale, socio – assistenziale ed alberghiera.

L’obiettivo principale della Rsa sarà quello di realizzare un ambiente protetto, a misura d’ospite, in grado di assolvere alle sue esigenze, nonché di stimolare le capacità residue delle persone ed il loro coinvolgimento nelle attività quotidiane.

Attenderemo ora la visita istituzionale - conclude il dottor Strano - la tempistica sarà stabilita dalla Regione del Veneto, per la verifica dei requisiti richiesti per l’autorizzazione al funzionamento e poi, si dovrà perseguire per richiedere l’accreditamento, sempre in accordo con l’Azienda Ulss 5 Polesana".

 

Articolo di Giovedì 30 Settembre 2021

Condividi ora la notizia con i tuoi amici

Oggi in Cronaca

La tua opinione conta!

Contribuisci alle discussioni quotidiane con gli altri utenti di RovigoOggi.it