Condividi la notizia

CRIMINALITA’

Feroce rapina ai danni di una donna anziana, la Polizia di Rovigo arresta il criminale [VIDEO]

Immediata risposta della Squadra Mobile di Rovigo, arrestato il rapinatore che aveva malmenato una donna in Commenda Est procurandole lesioni gravi e rubando il portafogli

1
Succede a:

ROVIGO - Agghiacciante rapina per un portafogli in Commenda Est, i fatti risalgono al 12 settembre, e la vittima, una signora ultrasettantenne, ha riportato lesioni gravi con una prognosi di 30 giorni.

La Terza sezione della Squadra Mobile di Rovigo, diretta dal Commissario Capo dottor Andrea Ambrosino, ha avviato sin da subito una serrata attività investigativa che ha permesso di individuare in poco tempo l’autore di questa efferata rapina. Non solo, in casa del 50 enne di Rovigo, già noto alle forze dell’ordine per reati contro il patrimonio e rapina, è stato trovato di tutto.

2 pistole modello scacciacane senza tappo rosso con relative munizioni e una decina di coltelli con lame lunghe e di diverse dimensioni, tutte spaventosamente taglienti e perforanti. Elementi utili ad avvalorare, ulteriormente, l’elevata pericolosità del soggetto per l’intera comunità rodigina. Gli investigatori hanno trovato anche i capi di vestiario utilizzati nel giorno della rapina.

La ricostruzione dei fatti. Il 12 settembre alle ore 14.25 in zona Commenda Ovest, l’ignara vittima, mentre era intenta a rientrare in casa con la sua auto è stata assalita dal rapinatore nei pressi della sua abitazione. Lo stesso, senza alcuno scrupolo, pur di appropriarsi del portafoglio, l’ha presa a schiaffi facendola rovinare a terra procurandole un trauma facciale e la frattura di una vertebra.

Sul posto sono intervenute immediatamente le Volanti della Polizia di Stato, che hanno raccolto le prime dichiarazioni della donna, la quale in evidente stato di shock riferiva tra l’altro “di aver visto in faccia la morte”.

Il sostituto procuratore del Tribunale di Rovigo, Maria Giulia Rizzo, viste le evidenze investigative e considerata la pericolosità del soggetto, palesatasi nel tipo di aggressione perpetrata oltre che nei numerosi precedenti a suo carico, ha richiesto e ottenuto la misura della custodia cautelare in carcere per il reato di rapina, aggravato dal fatto di essere stato commesso nelle pertinenze dell’abitazione e ai danni di persona ultrasessantacinquenne oltre che per il reato di lesioni gravi. Nei confronti del 50enne di Rovigo, T.P. le sue iniziali, il Gip Belvederi ha emesso l’ordinanza di custodia cautelare, il 29 settembre per l’uomo si sono aperte le porte della Casa circondariale di Rovigo.

Articolo di Sabato 2 Ottobre 2021

Condividi ora la notizia con i tuoi amici

Oggi in Cronaca

La tua opinione conta!

Contribuisci alle discussioni quotidiane con gli altri utenti di RovigoOggi.it