Condividi la notizia

COMUNE

Nuova luce su Lendinara

Al via nel Comune di Lendinara (Rovigo) la sostituzione di 2.700 lampioni con nuove lampade a led entro la primavera del 2022. Sono compresi anche i 90 semafori con un risparmio energetico stimato del 70 per cento

0
Succede a:

LENDINARA (Rovigo) – Firmata la convenzione “Consip Servizio luce 4”, con una conferenza stampa convocata nella sala degli specchi del caffè grande dal sindaco è stata presentata alla presenza dello stesso Luigi Viaro, dell'assessore ai Lavori pubblici Gino Zatta, del responsabile dell'Ufficio tecnico Angelo Bragioto e di Alessandro Gentile, amministratore delegato della società vicentina City green light che a partire da ieri e per 9 anni si occuperà dell'illuminazione della città.

Luigi Viaro ha tenuto a precisare che per il Comune non cambia niente per quanto riguarda gli impegni di spesa, “… perché, di fatto, trasformiamo i 270mila euro che pagavamo in bollette di consumo trasformandoli in canone, però con il vantaggio di trasformare una spesa corrente su un impianto vetusto e prossimo al capolinea, in un pacchetto onnicomprensivo in conto capitale che offre al Comune la possibilità di liberare una spesa di 80mila euro spendibile altrove”. È un’operazione, di cui si è già visto un’anteprima a Molinella, che oltre a dare un miglioramento visivo darà vari benefici alla cittadinanza per una riqualificazione energetica ormai inderogabile, sollevando il Comune dalla manutenzione ordinaria e straordinaria.

La società vicentina che è leader nel settore e in questo momento gestisce 650mila punti luce in oltre 130 comuni italiani, curerà la sostituzione per oltre 2.700 lampioni con nuove lampade a led entro la primavera del 2022. Nella sostituzione prevista di 2.930 punti luce sono ricompresi anche i 90 semafori con un risparmio energetico stimato del 70 per cento, pari a quasi un milione di kilowattora annui. Il contratto dal valore di 2 milioni e 220mila euro porterà a un'innovazione totale dell'illuminazione pubblica, attingendo a fonti di energia rinnovabili.

“D’altra parte il sistema, ha rilevato dal Capo Ufficio Tecnico comunale, è vetusto (gli ultimi interventi furono fatti 18 anni fa) e le lampade a vapori di mercurio ormai prossime al collasso; oltretutto la sostituzione sarà in linea con le nuove normative di contrasto all’inquinamento luminoso notturno e migliorerà il comfort visivo”. Il rapporto si esaurirà fra nove anni e poiché i punti luce hanno una vita utile di 18/20 anni, alla fine l’Amministrazione di allora avrà comunque un buon prodotto ancora fruibile, con un canone inferiore all’attuale e potrà decidere sul da farsi. “Nel frattempo con i soldi risparmiati, è intervenuto con una battuta Zatta, asfalteranno le strade”.

Convinto della bontà della scelta, l'assessore Zatta ha espresso soddisfazione affermando: “Credo che sia stata la prima delibera che il Capo ufficio tecnico mi ha proposto, ma dopo aver valutato e scartato altre proposte, come il project financial, l’amministrazione ha aderito convita dalla qualità complessiva della proposta che libererà il Comune per i prossimi nove anni dai problemi di gestione e manutenzione”.

Nella presentazione l’A.D. Gentile ha comunicato che gli interventi prenderanno il via subito, partendo dalle frazioni e dalla periferia, assicurando che: “Entro la primavera prossima avremo completato la riqualificazione totale dei punti luce”. Per gli interventi in loco City green light si affiderà alla partnership con Esseimpianti, impresa lendinarese che conosce perfettamente il territorio. 

Ugo Mariano Brasioli

Articolo di Sabato 2 Ottobre 2021

Condividi ora la notizia con i tuoi amici

Oggi in Cronaca

La tua opinione conta!

Contribuisci alle discussioni quotidiane con gli altri utenti di RovigoOggi.it