Condividi la notizia

LAVORI PUBBLICI

Riaperta la Riviera del Popolo

A Lendinara /Rovigo) la realizzazione di un cordolo separatore nella parte sud della carreggiata, ha consentito di ricavare la pista ciclo-pedonale al posto dei parcheggi esistenti, in cubetti di porfido

0
Succede a:

LENDINARA (Rovigo) – Conclusi sostanzialmente i lavori di riqualificazione iniziati ad aprile (manca solamente la segnaletica orizzontale) è stato riaperto al traffico il tratto della ciclabile, tra il ponte “Nuovo” e il ponte dei Cappuccini, permettendo la fruizione del lungo Adigetto. Come previsto ed annunciato dal Sindaco Viaro, c’è stata la valorizzazione ambientale con la salvaguardia degli alberi esistenti e l'accessibilità da parte delle persone con difficoltà motorie. La realizzazione di un cordolo separatore nella parte sud della carreggiata, ha consentito di ricavare la pista ciclo-pedonale al posto dei parcheggi esistenti, in cubetti di porfido. Il marciapiede che costeggia l’Adigetto è stato riqualificato, eliminando il dislivello presente con la strada e unito alla pista ciclabile, mentre la parte pedonale è stata separata dalle alberature già esistenti. Sono stati spostati anche di cinque pali di illuminazione. La strada è stata riasfaltata ed è stata realizzata la nuova segnaletica verticale, compresi tre attraversamenti pedonali: il primo di fronte all’ambulatorio veterinario, il secondo alla base della rampa di salita al ponte dei Cappuccini, il terzo in corrispondenza di quest’ultimo ponte.

L’intervento, costato circa 173mila euro,  è stato realizzato col nulla osta del Consorzio di Bonifica Adige Po e col finanziamento per una cifra di 138mila euro del Gal Polesine Adige per le infrastrutture legate allo sviluppo del turismo sostenibile nelle aree rurali.

Qualche ritardo c’è stato ma sostanzialmente dovuto perché durante l’esecuzione dei lavori sono state trovate delle linee non segnalate e/o in posizione diversa da quanto segnalato dagli enti gestori prima della stesura del progetto esecutivo, per cui si è dovuto modificare il percorso della linea delle acque meteoriche, aumentandone il diametro da 200 a 315 mm.

Resta da risolvere un problema segnalato dai residenti, in occasione delle piogge di fine agosto, che riguarda l'idoneità delle pendenze per un corretto deflusso dell'acqua piovana. “Nei prossimi giorni il problema della pendenza sarà risolto con una fresatura e un ricarico di asfalto” assicura però l'assessore ai Lavori pubblici Gino Zatta. Subito dopo si completerà la segnaletica orizzontale, anche per delimitare i 21 parcheggi ricavati sul lato nord.

Comunque, ora, finalmente Ciclisti e pedoni possono godersi, finché la stagione lo permette, una pedalata o una passeggiata vicino agli ippocastani rimasti al centro della sede dedicata alla viabilità lenta.

Ugo Mariano Brasioli

Articolo di Sabato 9 Ottobre 2021

Condividi ora la notizia con i tuoi amici

Oggi in Cronaca

La tua opinione conta!

Contribuisci alle discussioni quotidiane con gli altri utenti di RovigoOggi.it