Condividi la notizia

RUGBY TOP10

FemiCz Rovigo: vittoria di grande sostanza a Calvisano

Capitan Matteo Ferro celebra le 150 presenze portando il Rovigo alla vittoria a Calvisano, grazie anche ad Abner Van Reenen autentico cecchino. Capolavoro tattico di Allister Coetzee. Il Petrarca batte il Valorugby

0
Succede a:

CALVISANO (Brescia) - Una partita di rara intensità nel campionato italiano. Rovigo vince il duello in mischia e in touche, e soprattutto quello della disciplina. Partita di grande sostanza per i rossoblù (21-29), senza tanti fronzoli e badando al sodo. L’ordine di Coetzee era mettere punti sul tabellone, la squadra lo ha fatto senza sprecare le occasioni al piede, e soprattutto monetizzando la superiorità numerica nel finale del secondo tempo.

Leggi le parole di Guidi e Coetzee

Non c’era partita migliore per festeggiare la 150esima presenza per capitan Matteo Ferro, uomo del match, ed autore della meta decisiva che ha scavato un solco importante.

Da Re protagonista con due ottime prese al volo, un paio contrattacchi, e un calcio di spostamento notevole su una palla di recupero. Si è conteso il premio di migliore in campo con il cecchino Van Reenen, ma c’è da segnalare la consistente prova di Piantella, una giovane seconda linea (ottimo anche come flanker) di cui si sentirà parlare parecchio.

La FemiCz ha vinto il duello tattico sfruttando le ottime qualità balistiche di Van Reenen e Da Re (nei calci di spostamento), e la consistenza in mischia chiusa grazie al lavoro di coach Davide Giazzon. Una vittoria non scontata per i Bersaglieri, era il primo vero test di stagione, quello con la Lazio era stato solo un assaggio. A distanza il Petrarca Padova ha risposto ai campioni d’Italia imponendosi 26-24 sul Valorugby Emilia, ma alla FemiCz Rovigo nella classifica generale mancano i punti di Mogliano (match non giocato e da recuperare), e virtualmente è primo in classifica con i tuttineri.

Prima del match omaggio e minuto di silenzio in memoria dell’azzurro Franco Mazzantini.

Pronti via al 2’ minuto prima azione pericolosa della partita, poderoso buco di Van Zyl, grubber innesca Mastandrea, ma l’azione sfuma. Calvisano rinuncia a piazzare al 5’ e prova la via del penaltouche. Rimessa laterale vinta da Ortis, avanzamento della rolling maul del Calvisano interrotta dalla perfetta difesa rossoblù.

All’8’ il Rovigo strappa una mischia su introduzione di Calvisano, è il primo segnale. I rossoblù optano per una seconda mischia, e negli sviluppi dell’azione ottengono un calcio di punizione per un placcaggio alto su Da Re. Al 10’ Van Reenen da circa 40 metri, e da posizione centrale, non fallisce, 0-3.

Al 14’ il Rovigo perde Davide Ruggeri per infortunio, un problema alla caviglia, al suo posto entra Duccio Cosi.

Al 16’ ancora una penalità per il Calvisano, Ortis non rotola via, e Van Reenen trova una touche perfetta a ridosso dei 5 metri. Rimessa laterale, serie di pick and go, ma il Calvisano si difende commettendo un paio di falli. Seconda opportunità, penaltouche sui cinque metri, i padroni di casa contengono i rossoblù ancora una volta, commettendo il terzo fallo in pochi minuti. Van Reenen punisce la squadra bresciana con un piazzato agevole, 0-6.

Al 26’ il Calvisano perde una touche, la FemiCz attacca per le linee verticali con un ottimo Piantella, negli sviluppi dell’azione i bresciani commettono ancora un fallo. Van Reenen implacabile dalla piazzola, 0-9.

Al 29’ Bottino fischia un calcio di punizione per il Calvisano, Consoli appena entrato al posto di Albanese infortunato, sbaglia da posizione centralissima. E’ il secondo segnale.

Poco prima era uscito anche l’ex rossoblù Ortis per il medesimo problema, al suo posto è entrato Izekor. La sveglia la dà proprio il neo entrato, meta di potenza del Calvisano, bella azione sulla mano che vede coinvolti anche ben quattro avanti tra cui D’Amico e Vunisa, Van Zyl trasforma, 7-9. Partita riaperta.

Secondo tempo in cui il Rovigo prova a muovere il pallone in velocità, ma i bresciani sono abili a chiudere tutti i varchi. Al 42’ Andreoli, autore di un buon match, esce dal campo per un infortunio alla spalla destra, dentro Steolo, Allister Coetzee getta nella mischia anche Cadorini nel ruolo di flanker spostando Piantella in seconda linea con Ferro out per 10 minuti per un colpo al volto.

Al 45’ da una palla di recupero la FemiCz guadagna metri, il Calvisano commette fallo e Van Reenen dalla piazzola non sbaglia, 7-12. L’indisciplina costa cara al Calvisano, al 50’ Van Reenen non sbaglia, 7-15.

Al 51’ il Calvisano reagisce di forza, break poderoso di Grenon, la FemiCz prova a contenere la sfuriata bresciana, nel raccogli e vai Vunisa è imbattibile, Van Zyl trasforma, 14-15. Partita apertissima.

Allister Coetzee gioca la carta Bacchetti, esce Sarto. Il “sindaco” si mette subito in luce con un paio di avanzamenti.

Al 57’ pasticcio del Calvisano, mischia a favore, ma non riescono a giocare l’ovale, nella contesa i bresciani commettono fallo, penaltouche sui 10 metri. Piantella vince la rimessa laterale, la rolling maul della FemiCz avanza, ma non per Bottino, mischia per il Calvisano.

Al 63’ Steolo entra nuovamente, questa volta in maniera definitiva, esce Momberg, e Cadorini passa al tallonaggio lasciando il posto di flanker a Piantella.

Penalotuche vincente del Rovigo magistralmente giocato con una rolling mail devastante, Grenon si becca i cartellino giallo al 67’, è il terzo e definitivo segnale. Nuova rimessa laterale dei rossoblù, dopo diversi tentativi, Matteo Ferro è bravo a schiacciare in meta, 14-22 dopo la trasformazione di Van Reenen, cecchino infallibile.

In inferiorità numerica il Calvisano mette in difficoltà il Rovigo, ma il tentativo dei bresciani sfuma dopo due penaltouche a ridosso della linea di meta. Fondamentale il lavoro di monumento Edo Lubian sul tenuto alto, l’azione sfuma, e la FemiCz respira.

Al 78’ la FemiCz chiude il match. Mischia sui 35 metri nella metà campo del Calvisano, Chillon porge l’ovale a Van Reenen che innesca Ferrario, il primo centro rompe un placcaggio che davanti trova una autostrada, meta in mezzo ai pali, 14-29 dopo la trasformazione del mediano d’apertura sudafricano. Nel finale proprio Ferrario si becca un giallo per in avanti volontario, nel tentativo di interrompere un’azione da meta del Calvisano. Izekor segna nel finale per i padroni di casa, fissando il risultato sul 21-29.

La FemiCz Rovigo è ancora la squadra da battere, e non solo per lo scudetto cucito sul petto.

Calvisano, Stadio San Michele – sabato 9 ottobre 2021 ore 15.45
Peroni TOP10, III giornata
Rugby Transvecta Calvisano v FEMI-CZ Rovigo 21-29  (7-9)

Marcatori: p.t. 14’ c.p. Van Reenen (0-3); 27’ c.p. Van Reenen (0-6); 32’ c.p. Van Reenen (0-9); 37’ m. Izekor (5-9); 38’ tr. Van Zyl (7-9); s.t. 46’ cp. Van Reenen (7-12); 49’ Van Reenen (7-15); 50’ m. Vunisa (12-15); 51’ tr. Van Zyl (14-15); 71’ m. Ferro (14-20); 72’ tr. Van Reenen (14-22); 78’ m. Diederich (14-27); 79’ tr. Van Reenen (14-29); 80’ m. Izekor (19-29); 80’ tr. Van Zyl (21-29).

Rugby Transvecta Calvisano: Peruzzo; Mastandrea, Bronzini, Brighetti, Susio; Van Zyl, Albanese-Ginammi (34’ Consoli); Vunisa, Bernasconi (41’ Grenon), Lewis; Ortis (34’ Izekor), Van Vuren (45’ Zanetti); D'Amico (49’ Leso), Morelli (cap.) (62’ Marinello), Brugnara (62’ Barducci).
A disposizione non entrato: Regonaschi.
All. Guidi

FEMI-CZ Rovigo: Da Re; Ciofani, Lertora, Diederich Ferrario, Sarto (52’ Bacchetti); Van Reenen, Chillon; Ruggeri (18’ Cosi), Lubian (24’ Steolo) (27’ Lubian), Piantella; Andreoli (42’ Cadorini), Ferro (cap.), Brandolini (76’ Pomaro), Momberg (64’ Steolo), Leccioli (45’ Rossi).
A disposizione non entrato: Visentin, Moscardi.
All. Coetzee
Arb. Manuel Bottino (Roma)
AA1 Gabriel Chirnoaga (Roma), AA2 Elia Rizzo (Ferrara)
Quarto Uomo: Lorenzo Imbriaco (Bologna)

Cartellini: 69’ giallo Grenon (Rugby Transvecta Calvisano); 79’ giallo Diederich (FEMI-CZ Rugby Rovigo Delta).
Calciatori: Van Zyl (Rugby Transvecta Calvisano) 3/4 ; Van Reenen 7/7 (FEMI-CZ Rugby Rovigo Delta).

Note: Minuto di silenzio in onore a Franco Mazzantini, centocinquantesima presenza di Matteo Ferro con la maglia del Rovigo. Tempo soleggiato, campo in buone condizioni, spettatori 1005.
Punti conquistati in partita: Rugby Transvecta Calvisano 0; FEMI-CZ Rugby Rovigo) 4.
Peroni Player of the Match: Matteo Ferro (FEMI-CZ Rugby Rovigo).

Questi tutti i risultati della terza giornata di campionato:
HBS Colorno v Mogliano Rugby 1969 37-30 (4-2)
Sitav Rugby Lyons v Fiamme Oro Rugby 10-48 (0-5)
Rugby Transvecta Calvisano v FEMI-CZ Rovigo 21-29 (0-4)
Petrarca Rugby v Valorugby Emilia 26-24 (4-1)
S.S. Lazio Rugby 1927 v Rugby Viadana 1970 24-34 (1-4)

La classifica:

Petrarca Rugby 14, Valorugby Emilia 11; HBS Colorno 10; FEMI-CZ Rovigo* e Rugby Transvecta Calvisano 9; Fiamme Oro Rugby 7; Rugby Viadana 1970 6; Mogliano Rugby 1969* 2; Sitav Rugby Lyons e S.S. Lazio Rugby 1927 1

*Una partita in meno

Questo il programma della quarta giornata di campionato:
15 ottobre ore 19:35 diretta Raisport
Femi-CZ Rovigo v HBS Colorno
16 ottobre ore 16

Fiamme Oro Rugby v S.S. Lazio Rugby 1927
Mogliano Rugby 1969 v Petrarca Rugby
Valorugby Emilia v Rugby Transvecta Calvisano
Rugby Viadana 1970 v Sitav Rugby Lyons

 

 

 

Articolo di Sabato 9 Ottobre 2021

Condividi ora la notizia con i tuoi amici

Oggi in Sport

La tua opinione conta!

Contribuisci alle discussioni quotidiane con gli altri utenti di RovigoOggi.it