Condividi la notizia

L’APPELLO

Non cancellate la storia

Tre fratelli trucidati dai nazisti riposano nel cimitero di Frassinelle (Rovigo), ora l'amministrazione comunale ha ingiunto agli eredi di rimuovere la tomba e riesumare i resti

0
Succede a:

FRASSINELLE (Rovigo) - “Ho ricevuto giorni fa queste due foto che ritraggono una tomba di famiglia del cimitero di Frassinelle. Nei giorni della loro ritirata dall'Italia, i tedeschi disseminarono di ulteriori stragi ed eccidi anche il Polesine. Uno di tali eccidi avvenne nel territorio di Frassinelle ed è testimoniato oggi unicamente da questa tomba”. Sono le parole di Vittorio Tomasin.

“Ora l'amministrazione comunale ha ingiunto agli eredi di rimuovere la tomba e riesumare i resti. Scaduto il termine fissato, procederà coattivamente inumando i resti nell'ossario comune e addebitando i costi ai famigliari superstiti.

È un caso questo che deve essere sottratto all'usuale prassi amministrativa cimiteriale. Se il Comune ha bisogno dello spazio occupato dalla tomba, - conclude Vittorio Tomasin - si recuperino lapide e resti dei tre fratelli trucidati dai nazisti in fuga e si collochino in altro luogo. A perenne testimonianza degli orrori della guerra. Che anche a Frassinelle ha lasciato i suoi segni. E che non possono essere cancellati”.

Il 25 aprile 1945 i nazifascisti in fuga trucidarono tre fratelli: Pietro, Danilo e Paolo Benetti.

"Trucidati dai tedeschi il 25.4.1945
all'alba della rinata libertà
vivranno nel cuore di Dio
nel cuore d'Italia".

Articolo di Martedì 12 Ottobre 2021

Condividi ora la notizia con i tuoi amici

Oggi in Cronaca

La tua opinione conta!

Contribuisci alle discussioni quotidiane con gli altri utenti di RovigoOggi.it