Condividi la notizia

RUGBY

421 mila euro per lo sviluppo del rugby giovanile

Rilancio sud, oltre il 50% dei fondi a supporto delle società dell’ area 4. In totale la Federazione mette sul piatto quattrocentoventunomila euro in voucher per il rugby giovanile

0
Succede a:

ROMA - Il Consiglio Federale della FIR ha approvato uno stanziamento di quattrocentoventunomila euro, da erogare in voucher, per garantire un contributo economico concreto per l’attività promozionale giovanile, soprattutto per scongiurare l’abbandono della pratica motoria e sportiva dei propri tesserati minorenni e degli atleti con disabilità psichico-relazionale o fisica.

I fondi saranno ripartiti tra le quattro aree del Paese, con duecentoventunomila euro a disposizione dell’Area Quattro ed i restanti duecentomila per le Aree Uno, Due e Tre e potranno essere richiesti attraverso la pagina web dedicata, accessibile dalla home page del sito internet istituzionale federugby.it a partire dal 20 ottobre e sino al 20 novembre.

“Il rugby è un mondo di accoglienza ed integrazione. In questi fine settimana ho girato i campi, respirato l’entusiasmo delle nostre famiglie, dei nostri ragazzi, degli operatori impegnati nei progetti di responsabilità sociale da un capo all’altro della penisola “ ha dichiarato il Presidente della FIR, Marzio Innocenti.

“Il lungo stop imposto dalla pandemia non ha affievolito l’amore della gente e dei Club per il nostro sport e la FIR ha il dovere e la piena volontà di ricambiare in modo tangibile, offrendo alle famiglie che desiderano far avvicinare i giovani al rugby o che non vogliono perdere l’opportunità di continuare a far frequentare loro un ambiente sano e formativo un supporto concreto. Con lo stanziamento di oltre quattrocentomila euro per sostenere la partecipazione ed il reclutamento giovanile e le progettualità sociali dei nostri Club vogliamo rimanere vicini a tutti coloro che, come noi amano il rugby, come sport e come momento di formazione dei propri figli rispondendo al tempo stesso al ruolo sociale che i Club di rugby esercitano nei confronti delle rispettive comunità. Sono particolarmente felice che questa nostra progettualità possa inoltre favorire la crescente partecipazione di atleti diversamente abili. Con la Commissione presieduta dal Consigliere Grazio Menga abbiamo convenuto uno stanziamento specifico per le Società dell’Area 4, superiore a quello di tutte le altre Aree, dando seguito con coerenza alla nostra missione di rilanciare il rugby nel nostro Meridione”

Articolo di Venerdì 15 Ottobre 2021

Condividi ora la notizia con i tuoi amici

Oggi in Sport

La tua opinione conta!

Contribuisci alle discussioni quotidiane con gli altri utenti di RovigoOggi.it